Innovazione

Facebook: nuove strategie, in versione anti-Netflix

di

smart tv

Facebook starebbe negoziando con le compagnie media le licenze per programmi tv di qualità e di lunga durata. Sarà il nuovo anti-Netflix?

 

Facebook, il social network più famoso al mondo, vuole sempre di più. E vuole davvero tutto. Dopo aver conquistato con la sua piattaforma giovani e meno giovani, registrando introiti pubblicitari da capogiro, ha deciso di puntare all’editoria, al mondo delle banche e a quello dei video. E nei prossimi mesi, potrebbe scendere in campo contro Netflix, provando a conquistare il settore dell’internet Tv.

Proviamo a capire. Secondo quanto anticipato dal Wall Street Journal, la società guidata da Mark Zuckerberg dovrebbe lanciare, nei prossimi mesi, un’applicazione che consentirebbe agli utenti di visualizzare sulla Tv i video postati sul social. Un’operazione che porrà Facebook in diretta concorrenza con Netflix e Youtube.

Che Facebook stesse puntando sui video non era certo un mistero. Negli ultimi mesi la società di Menlo Park ha scommesso sul Live Streaming, consentito sulla piattaforma Facebook, e sulle Storie di Instagram,che rendono difficile la vita di Snapchat (secondo gli analisti, infatti, da agosto a novembre 2016, la media di visualizzazioni uniche per le Storie di Snapchat è calata del 40% circa, in concomitanza con la spinta in tema video di Instagram).

Portare in Tv i video della piattaforma social significherà, per Facebook, nuove fonti di introiti. Non è escluso, infatti, che l’azienda potrebbe inserire, su alcuni video, inserzioni pubblicitarie (proprio come fa Youtube).

Non solo. Sempre secondo quanto rivelato dal Wall Street Journal, Facebook starebbe anche negoziando con le compagnie media le licenze per programmi tv di qualità e di lunga durata, anche fino a 10 minuti. Se Zuckerberg riuscirà nel suo intento, Facebook avrebbe ancora più spazio per le inserzioni pubblicitarie e sarà ancora più competitivo, verso YouTube, suo diretto concorrente per video e settore pubblicità (ricordiamo che la piattaforma appartiene a Google), ma Netflix e verso le TV tradizionali.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati