skip to Main Content

Droni a guida autonoma per il monitoraggio degli impianti: il progetto green di Acea

Mida Acea

Sviluppata dalla società multiservizi gomito a gomito con una startup, questa soluzione avveniristica ha lo scopo di aumentare le performance degli impianti attraverso la riduzione dei tempi di rilevazione di eventuali perdite di energia programmando gli interventi grazie al monitoraggio aereo. La raccolta di dati inoltre può favorire una manutenzione predittiva

Droni autoguidati, che non hanno cioè bisogno di un controllore umano, che si alzano in volo e sciamano sulle infrastrutture, per controllarne lo stato di salute. Detta così pare la scena di un film di fantascienza: in realtà, è il cuore del progetto MIDA (Monitoraggio Impianti con Droni Autonomi) che Acea sta portando avanti assieme alla startup Wesii per sondare continuamente gli impianti di produzione di energia, in particolare quelli green.

A COSA SERVE MIDA

L’obiettivo di MIDA è aumentare le performance degli impianti attraverso la riduzione dei tempi di rilevazione di eventuali perdite di energia dei pannelli e degli interventi da programmare grazie al monitoraggio aereo. Il progetto MIDA nasce dalla ricerca congiunta dell’Unità Innovation e di Acea Produzione di una soluzione che possa supportare massivamente le attività di monitoraggio degli impianti fotovoltaici e, allo stesso tempo, coprire la necessità di sorvegliare i confini di proprietà a scopo di deterrenza e identificazione di eventuali intrusioni. Il progetto rientra nella strategia di open innovation di Acea, che vede la società multiservizi italiana dialogare con le startup più arrembanti e hi-tech che offre il mercato.

L’OPEN INNOVATION DI ACEA

In questo caso, lo sviluppo avviene gomito a gomito con Wesii, azienda innovativa attiva nel mercato italiano delle ispezioni aeree multispettrali applicate alle energie rinnovabili che concentra i suoi sforzi sull’elaborazione, sull’analisi e sull’interpretazione dei dati raccolti, in quanto avere a disposizione uno storico consistente di ispezioni può consentire la costruzione di statistiche predittive di massima utilità per le attività di manutenzione mirata.

DRONI INTELLIGENTI E INFATICABILI

Dagli sforzi congiunti delle due realtà è nato Dronino Auto: il prodotto sviluppato da Wesii in collaborazione con Acea nell’ambito del progetto MIDA, inaugurato ufficialmente per la prima volta a inizio luglio 2022 in occasione di Acea Innovation Day. Dronino Auto è stato implementato e messo in esercizio nell’impianto di Aprilia (Latina) dopo appena sei mesi di sviluppo e due di test operativo e collaudo.

Serviva che il sistema garantisse voli frequenti, che fossero a scopo di monitoraggio o di sorveglianza, e per questo si doveva rendere indipendente dalla presenza di personale in campo che ne avrebbe limitato l’uso o che lo avrebbe reso economicamente insostenibile: così, a un drone di serie dotato di termocamera sono state associate delle componenti hardware quali un hangar, una stazione meteo e un centro di controllo proprietario (il Wesii Control Center), nonché un’interfaccia web, grazie alle quali componenti il drone stesso è stato reso completamente autonomo e controllabile da remoto. Grazie alla termocamera il drone è in grado di identificare i difetti e i guasti che si verificano sui pannelli solari a livello di ogni singola cella, e permette di distinguere corpi e oggetti per garantire la sorveglianza anche in notturna.

L’hangar, che viene permanentemente installato nei pressi dell’impianto, si occupa di proteggere il velivolo, fornire la piattaforma di decollo e di atterraggio, ricaricare la sua batteria al termine di ogni volo e, contemporaneamente, spedire i dati raccolti sugli spazi cloud di Wesii, da cui vengono immediatamente processati e pubblicati su piattaforma web.

L’operatore non ha bisogno di trovarsi fisicamente presente in campo ma può comandare il drone e/o monitorare le sue attività direttamente dall’interfaccia. Le traiettorie e le azioni del drone sono salvate in un archivio di missioni e possono essere programmate in un calendario interattivo, permettendo la continuità delle operazioni e la massima frequenza desiderata.

“Con Il progetto MIDA Acea ridurrà i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria dei propri impianti aumentandone la propria performance e riducendo perdite di energia attraverso azioni mirate di monitoraggio aereo”, spiega Silvia Celani, Head of Innovation di Acea. “Il progetto – continua – rientra nella strategia di transizione ecologica, in termini di decarbonizzazione, e di open innovation di Acea per un business innovativo e sostenibile’ . Dronino Auto è già oggi in grado di sostituire sistemi di monitoraggio elettrico dei pannelli, e sistemi di sorveglianza con telecamere fisse.

Ma non è finita: il monitoraggio di tipo SCADA, infatti, potrebbe segnalare un’eventuale stringa sottoperformante al drone, che in tempo reale potrebbe alzarsi subito in volo e andare a identificare e asseverare l’anomalia. Allo stesso modo, una termocamera di sorveglianza che dovesse segnalare un allarme potrebbe determinare un sopralluogo del drone nello stesso punto per verificare che non si sia trattato di un falso positivo.

Insomma, il progetto MIDA, portato avanti da Acea e da Wesii, dimostra come la contaminazione delle idee e il dialogo tra imprese, startup, PMI e mondo accademico sia essenziale nei processi di transizione ecologica e digitale e perfettamente in linea con gli obiettivi strategici di Acea di continuare a decarbonizzare le proprie infrastrutture, passando da un assetto centralizzato a uno distribuito che utilizzi principalmente le fonti rinnovabili.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore