Innovazione

Come il Black Friday sta stritolando saldi e promozioni

di

black friday-sale

Numeri, confronti e tendenze sul Black Friday

Addio saldi, per acquistare i consumatori aspettano il Black Friday, il venerdì nero (nato in America) in cui i negozi decidono di svendere i loro prodotti.

Gli sconti, però, iniziano già qualche giorno prima e proseguono per il week end, spingendo lo shopping, soprattutto digitale.

Lo scorso anno, infatti, le vendite e-commerce durante il Black Friday sono salite del 13%, secondo una ricerca di Consumers For Digital Payments (C4DiP), realizzata su iniziativa del Movimento Difesa del Cittadino, Asso-consum e U.Di.Con.

I DATI

Lo scorso anno, complici promozioni anticipate per clienti affezionati e iscritti a newsletter, le vendite e-commerce durante il Black Friday sono salite, già il giovedì, del 18% rispetto all’anno precedente, mettendo a segno un +13% il “venerdì nero” e un +16% il lunedì riservato all’elettronica, sempre anno su anno.

Il Black Friday 2018, con quasi il 70% delle vendite via mobile, si è confermato il giorno dell’anno con il più alto tasso di conversione, ovvero la percentuale di visitatori che hanno effettuato un ordine: 4,5%, contro una media annua che non supera il 2%, specialmente nel caso di piattaforme che vendono prodotti di fascia alta.

ZALANDO ED AMAZON, VENDITE RECORD

In particolare, secondo la ricerca, nel 2018,  Zalando e Amazon hanno realizzato vendite record. La piattaforma tedesca ha registrato due milioni di ordini durante la sola giornata del Black Friday, mentre su quella americana le vendite delle piccole e medie imprese sono cresciute del 20% nel mondo.

SALDI, PROMOZIONI SENZA SUCCESSO?

Numeri ben diversi da quelli che hanno caratterizzato i saldi estivi. Partiti lo scorso mese di luglio con previsioni negative, le vendite sono state piuttosto deludenti in tutte le città italiane: le più grandi (Genova, Milano e Roma) hanno registrato contrazioni del -5% rispetto all’anno prima, mentre nei principali centri del sud (Catania, Bari, Palermo e Catanzaro) il calo è arrivato fino al -15%.

Flop degli sconti che riguarda in particolar modo i negozi di periferia e i centri commerciali, i quali hanno registrato una diminuzione sia nelle presenze sia nel giro d’affari, mentre outlet e boutique d’alta moda tengono il passo rispetto allo scorso anno.

LIBERALIZZARE I SALDI

E dal momento che i saldi invernali e estivi non rappresentano più incentivi all’acquisto a causa delle nuove abitudini di spesa, Movimento Difesa del Cittadino, Asso-consum e U.Di.Con chiedono di liberalizzare i saldi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati