Innovazione

Apple e Samsung: così vicine e così diverse

di

guerra apple-samsung

Mentre Apple punta su smartphone, Samsung fonda il suo business su ben altro

 

 

Natale si avvicina ed Apple e Samsung iniziano a sfregarsi le mani. Chi tra i due colossi riuscirà a conquistare il mercato e a vedere più smartphone nel mese di dicembre? Difficile dirlo, anche perchè Huawei sembra non volersi arrendere, anzi. E sotto l’albero, questo Natale 2017, potrebbero finirci numerosi smartohone cinesi (Huawei P10 Mate promette l’intelligenza artificiale ad un costo ben inferiore del nuovo iPhone X).

iPhone x AppleIntanto Apple può ritenersi soddisfatta: per la prima volta la capitalizzazione tocca i 904 miliardi, titolo attestato a 176 dollari. Cupertino, al momento può contare su 269 miliardi di cash, secondo il report della trimestrale (Circa 252, o il 94%, si trova in sussidiarie straniere). Anche in Samsung, nonostante l’azienda è in corso di riorganizzazione, le cose sembrano andare bene: l’utile netto trimestrale è infatti passato da 4.540 a 11.190 miliardi di won (9,95 miliardi di dollati), su ricavi in aumento del 30% a 62.050 miliardi di won. L’utile operativo ha segnato un record, passando da 5.200 a 14.530 miliardi di won.

Seppure nemiche di mercato, le due aziende possono gioire degli ottimi numeri del concorrente, Sì, perchè lo schermo Oled che l’iPhone X viene acquistato proprio da Samsung. In base ad indiscrezioni del Wall Street Journal, su dati di una società terza, i coreani guadagnano 110 dollari per ogni iPhone X venduto. Il nuovo telefono intelligente, secondo proiezioni, potrebbe portare 14 miliardi di dollari di fatturato aggiuntivo in due anni a Samsung.

Ma è proprio quello che accomuna le due aziende a mostrare anche la loro grande differenza. Mentre Apple punta sugli smartphone come device di punta della società e allarga il business anche a realtà aumentata e mobilità, Samsung, nonostante sia l’azienda che vende più smartphone al mondo, non vive di questo business e su ricavi per 24,3 miliardi di dollari (meno della metà del totale), la divisione mobile porta meno di 3 miliardi di dollari di utile. Una bella differenza, se si pensa che Apple registri da questo segmento ricavi per 29 miliardi di dollari, ben oltre la metà del fatturato.

Una buona parte del fatturato di Cupertino, poi, la fanno i servizi, cosa su cui a Samsung non conviene puntare. App, musica, giochi, Apple Pay, Apple Care, iCloud valgono per il colosso tecnologico ben 8,5 miliardi di dollari (i numeri potrebbero fare dei servizi una società a sé stante). Samsung, invece, sfrutta Android su suoi smarphone e punta, anche per questo, molto meno sui servizi.

La casa sudcoreana, però, può fare affidamento sulla divisione componenti, su elettronica di consumo e sui display (che tanto piacciono ad Apple).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati