Pagamenti digitali / Fintech

Nexi: l’offerta, il prezzo, gli obiettivi e il debito

di

Primi numeri sull’Offerta pubblica di azioni Nexi riservata agli investitori istituzionali e che serve all’azienda per crescere, rafforzare il capitale e ridurre il debito. Ecco le ultime novità.

CHE COSA HA SCRITTO RADIOCOR SULL’OFFERTA DI NEXI

L’offerta di azioni Nexi, a quattro giorni dalla chiusura, risulta coperta al prezzo medio del range di prezzo indicato inizialmente di 8,50-10,35 euro e quindi in area 9,40-9,50 euro. E’ quanto ha scritto Radiocor Il Sole 24 Ore.

COME STA STA ANDANDO L’IPO

L’ipo della società di sistemi di pagamento dovrebbe proseguire per tutta la settimana (la scadenza è fissata per l’11) alla luce del fatto che si aspettano ancora le decisioni di investimento da parte di rilevanti investitori istituzionali che potrebbero ulteriormente spingere il livello del prezzo.

I NUMERI

Dopo i primi giorni di offerta si era ipotizzata una chiusura anticipata del book visto l’ottimo andamento degli ordini. Ai prezzi medi della forchetta, Nexi avrebbe una valorizzazione in termini di enterprise value di circa 7,6 miliardi di euro e, in termini di equity value, poco lontana dai 6 miliardi.

CHI CONTROLLA NEXI

L’Ipo della società guidata dall’amministratore delegato Paolo Bertoluzzo, e controllata da fondi di private equity Advent, Bain e Clessidra avverrà sia con un aumento di capitale per un controvalore massimo di 700 milioni, sia con la vendita di azioni da parte dei soci.

I CONTI 2018 DI NEXI

Nexi ha chiuso il 2018 con ricavi operativi netti per 931 milioni di euro e un Ebitda, escludendo le componenti non ricorrenti, di 424 milioni. La nota datata 1 marzo del gruppo guidato dall’ad, Paolo Bertoluzzo, ha precisato che ulteriori benefici sull’Ebitda, pari 95 milioni di euro e non inclusi nel 2018, saranno rappresentati nei dati 2019 e, integralmente, nel 2020. Gli investimenti sono stati pari a 150 milioni di euro, al 16% dell’Ebitda (massimi livelli del settore).

I RISULTATI DI NEXI

I risultati prima di tali operazioni vedono i ricavi operativi netti a 550 milioni e l’ebitda normalizzato a 287 milioni di euro. Il management stima inoltre che le iniziative sulla riduzione dei costi e sulle sinergie da acquisizioni comportino un beneficio sull’ebitda stimato in 126 milioni annui a regime, di cui 31 milioni già con effetto sul 2018.

IL PESO DEI DEBITI

Al 31 dicembre 2018 spiccano passività finanziarie totali per 3,7 miliardi di euro, di cui 2,57 miliardi per titoli emessi; il resto sono debiti verso banche (793 milioni) e verso la clientela (354 milioni)

LE PREVISIONI DEL PIANO DI NEXI

Nel piano al 2023 Nexi prevede una crescita dei ricavi operativi netti tra il 5% e il 7% medio annuo e un ebitda normalizzato in crescita tra il 13% e il 16%.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati