skip to Main Content

Bollette, perché l’Antitrust torna a scrutare Enel e Sen sui maxi conguagli

Antitrust Enel

L’Agcm ha aperto un’istruttoria nei confronti di Enel Energia e Sen per contestare l’ingiustificato rigetto delle istanze di prescrizione biennale presentate dagli utenti. Nel gennaio 2021 le due società erano state sanzionate per lo stesso motivo.

Pericolo recidiva per Enel e Sen secondo l’Antitrust.

L’Agcm ha avviato un nuovo procedimento istruttorio nei confronti delle società Enel Energia S.p.A. e Servizio Elettrico Nazionale S.p.A., per contestare l’ingiustificato rigetto delle istanze di prescrizione biennale presentate dagli utenti a causa della tardiva fatturazione dei consumi di luce e gas.

Lo si legge in una nota dell’Autorità presieduta da Roberto Rustichelli che ricorda come le Leggi di Bilancio 2018 e 2020 hanno introdotto e disciplinato la possibilità di eccepire la prescrizione biennale dei crediti vantati dagli operatori del settore energetico in relazione ai consumi di luce e gas pluriennali fatturati in ritardo, in modo da arginare il fenomeno dei cosiddetti “maxi-conguagli”.

Ieri l’Autorità ha condotto ispezioni nelle sedi di Enel Energia S.p.A. e di Servizio Elettrico Nazionale S.p.A., in qualità di parti del procedimento, e di E-distribuzione S.p.A., in qualità di società terza, avvalendosi della collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, aggiunge la nota.

Tutti i dettagli.

L’ISTRUTTORIA AVVIATA DALL’AGCM

L’Antitrust ha aperto una nuova istruttoria su Enel Energia e Servizio elettrico nazionale (Sen) per i maxi conguagli luce e gas.

Si ricorda, precisa l’Agcm, che le Leggi di Bilancio 2018 e 2020 hanno introdotto e disciplinato la possibilità di eccepire la prescrizione biennale dei crediti vantati dagli operatori del settore energetico in relazione ai consumi di luce e gas pluriennali fatturati in ritardo, in modo da arginare il fenomeno dei cosiddetti “maxi-conguagli”.

SEN ED ENEL GIÀ SANZIONATE L’ANNO SCORSO

Nonostante nel gennaio 2021 l’Autorità abbia già accertato questa pratica e sanzionato Enel e Sen, molti consumatori hanno continuato a segnalare il mancato accoglimento delle istanze di prescrizione biennale, sulla base di una presunta inapplicabilità della relativa disciplina dovuta ad asseriti “ricalcoli”, alle “revisioni” dei consumi e alle ipotesi di “blocco di fatturazione”.

Nello specifico, l’Agcm aveva deliberato la chiusura dei procedimenti istruttori avviati nei confronti delle società Enel Energia, Sen ed Eni gas e luce, irrogando una sanzione complessiva di 12,5 milioni di euro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore