Energia

Nucleare, come va la sinergia Egitto-Russia

di

nucleare

Come procede la realizzazione in Egitto della centrale nucleare costruita dalla russa Rosatom

 

Il presidente egiziano Abdel-Fattah El-Sisi e alcuni funzionari del governo hanno discusso della situazione riguardante la centrale nucleare di Dabaa, il primo impianto nucleare egiziano. A riferire la notizia è stato il sito del quotidiano del paese Ahram citando una nota del presidente.

LA CENTRALE DI DABAA

La centrale nucleare di El Dabaa è una centrale in costruzione in Egitto situata presso la città di El Dabaa, nel Governatorato di Matruh, a circa 130 chilometri a nordest del Cairo. La centrale sarà equipaggiata con 4 reattori VVER1200 di derivazione russa e la sua realizzazione dovrebbe essere avviata nella seconda metà del 2021. La produzione di energia dovrebbe invece partire dal 2026.

La centrale avrà una capacità di 4800 MW e sarà costruita da Rosatom per un costo di oltre 25 miliardi di dollari finanziati per l’85% tramite un prestito fornito dalla Russia e che l’Egitto inizierà a ripagare da ottobre 2029. La restante parte dei costi verrà invece coperta dall’Egitto.

L’INCONTRO

All’incontro, tenutosi presso il palazzo presidenziale del Cairo, hanno partecipato il ministro dell’elettricità Mohamed Shaker e il presidente dell’autorità per le centrali nucleari Amgad Al-Wakil, nonché Alexey Likhachev, direttore generale di Rosatom, Gregory Sosnin, vicedirettore di Rosatom, e l’ambasciatore russo in Egitto, Georgy Borisenko.

https://twitter.com/LexiconRoad/status/1343849110114283520

SI CONSOLIDANO I RAPPORTI CON I RUSSI

El-Sisi ha riferito che l’Egitto auspica che il progetto serva come un nuovo tassello alle già ottime relazioni congiunte con i russi. Il presidente ha inoltre espresso la fiducia in quella che ha descritto come “l’esperienza consolidata” che la Russia possiede, aggiungendo che questo “si rifletterà sicuramente nella realizzazione dell’impianto in conformità con i più alti standard tecnici e tecnologici e sicurezza nucleare”.

PER ROSATOM IL PROGETTO È UNA PRIORITA’

Il direttore generale di Rosatom ha affermato che il progetto è una priorità per la Russia, che desidera completarlo secondo i tempi specificati e gli standard più elevati.

Likhachev ha elogiato le competenze tecniche delle risorse umane egiziane e delle società di costruzioni che prendono parte alla realizzazione dell’impianto, sottolineando che il progetto aggiungerà molto alle capacità dell’Egitto nella produzione di elettricità e sosterrà il processo di sviluppo sostenibile.

Il direttore generale di Rosatom ha poi elogiato l’attuale investimento e il clima economico in Egitto che consente l’istituzione di progetti di sviluppo comuni.

Si è inoltre congratulato con il presidente per il successo nel contenere le ripercussioni della pandemia di coronavirus in Egitto, oltre che per aver raggiunto tassi di crescita unici e positivi durante l’anno in corso.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati