skip to Main Content

Ecco quanto l’Italia dipende dall’import di energia. Report Intesa Sanpaolo

Gas Italia

Cosa dice lo studio di Intesa Sanpaolo sulla crisi energetica in Europa, tra volatilità e transizione verde

 

Nel 2021 è esplosa una crisi energetica mondiale senza precedenti per una lunga serie di cause:

  • globalizzazione nei mercati del gas;
  • forte ripresa post-pandemia e scarsità di materie prime;
  • conflitti fra vari obbiettivi politici e geopolitici;
  • cambiamenti climatici, condizioni metereologiche inusuali o eccezionali.

In Europa, la volatilità dei prezzi e la vulnerabilità dei sistemi energetici sono imputabili ad una più ampia dipendenza dalle importazioni di carburanti fossili:

  • calo strutturale nella produzione domestica di gas;
  • dismissione delle centrali nucleari in Germania;
  • transizione verde ed un mercato efficiente per i diritti di emissione.

Secondo le analisi degli economisti di Intesa Sanpaolo, ipotizzando che la crisi fra Russia e Ucraina non causi gravi interruzioni dei flussi, i mercati di gas ed energia dovrebbero gradualmente tornare verso l’equilibrio: l’offerta dovrebbe aumentare, la distruzione di domanda dovrebbe continuare.

Nel nostro scenario di base, i prezzi di gas ed energia diminuiscono nei prossimi mesi, ma rimangono persistentemente superiori alla media a 5 anni. La volatilità resta una minaccia mentre procede la transizione verso fonti energetiche più pulite.

Le principali fonti di incertezza sono dovute ai rischi geopolitici e alle condizioni metereologiche.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore