Energia

Eolico e solare sono più convenienti del carbone negli Usa. Trump si rassegnerà?

di

carbone

Le centrali a carbone in America sono destinate a chiudere: il costo della nuova produzione di energia eolica e solare è sceso al di sotto degli oneri di gestione delle centrali a carbone


Eolico e solare battono il carbone, almeno in America. Nonostante le politiche di Donald Trump, pronto a sovvenzionare le fossili e facilitare la vita ai giganti dell’Oil&gas e del carbone, le energie rinnovabili sembrano spiccare il volo. I dati pubblicati dalla banca d’investimento Lazard dimostrano, infatti, che investire in eolico e fotovoltaico potrebbe essere di gran lunga più conveniente che farlo nell’industria mineraria.

LA CONVENIENZA DELLE RINNOVABILI

I numeri parlano chiaro: il costo della nuova produzione di energia eolica e solare è sceso al di sotto del costo di gestione delle centrali a carbone esistenti in molte industrie degli Stati Uniti.

Il costo totale allocato di elettricità prodotta da un nuovo parco eolico, negli Stati Uniti, oscilla tra i 29 e i 56 dollari per megawattora, secondo la banca di investimento Lazard, al netto di eventuali sussidi. Il costo marginale della gestione di una centrale a carbone, invece, è di 27 -45 dollari per MWh. Questo dimostra che ci sono spesso tempi e luoghi in cui la costruzione del parco eolico sarebbe più conveniente del carbone. I sussidi, poi, potrebbero far scendere il costo dell’energia eolica a soli 14 dollari per MWh, e la convenienza è di gran lunga maggiore.

ADDIO AI SOGNI DI DONALD TRUMP?

I calcoli, come scrive il Financial Times, suggeriscono che le chiusure delle centrali a carbone aumenteranno a dismisura. Trump potrebbe dire addio, dunque, al suo sogno di “rimettere i nostri minatori a lavorare”, anche perché il gas è sempre più a buon mercato e la domanda di elettricità, invece, sembra stabile.

La produzione di carbone statunitense è diminuito di oltre il 40% dal 2007. Numerose centrali a carbone chiuderanno quest’anno e aziende come FirstEnergy e American Electric Power hanno annunciato, negli ultimi mesi, ulteriori chiusure.

QUESTIONE DI TEMPO

Ben Fowke, amministratore delegato di Xcel, società di Oil&Gas, ha dichiarato a giugno 2018: “Vi dirò, non è una questione di quante probabilità ci sono che rinunceremo al carbone in questa nazione, è solo una questione di quando”.

APP Intesa Sanpaolo Mobile

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati