Energia

Ecco come si gaserà il gas naturale

di

Il consumo globale di gas naturale è aumentato di 195 miliardi di metri cubi, uno dei più rapidi tassi di crescita dal 1984, sottolinea BP nel 68esimo Statistical Review of World Energy

L’industria del gas naturale ha sperimentato un anno di abbondanza con un consumo globale e una produzione in crescita per più del 5 per cento, la maggiore degli ultimi 30 anni secondo la 68esima annual BP Statistical Review of World Energy.

IL GNL SUGLI SCUDI

Il consumo globale di gas naturale è aumentato di 195 miliardi di metri cubi, uno dei più rapidi tassi di crescita dal 1984, sottolinea BP. L’espansione del commercio interregionale di gas è stata di 39 miliardi di metri cubi, pari al 4,3%, più del doppio della media decennale, trainata in gran parte dalla continua e rapida espansione del gas naturale liquefatto (Gnl). La crescita dell’offerta di Gnl proviene principalmente dall’Australia (15 miliardi di metri cubi), dagli Stati Uniti (11 miliardi di metri cubi) e dalla Russia (9 miliardi di metri cubi). La Cina ha rappresentato circa la metà dell’aumento delle importazioni (21 miliardi di metri cubi). Più in generale l’espansione del Gnl ha visto un aumento di quasi il 10% (37 miliardi di metri cubi) grazie anche ai nuovi impianti di liquefazione in Australia, Usa e Russia.

L’ASIA TRAINA LA DOMANDA

“Per gran parte dell’anno, la forza della domanda asiatica di gas, guidata dalla Cina, è stata sufficiente ad assorbire l’aumento dell’offerta”, si legge nella Statistical Review. “Ma il calo della domanda asiatica verso la fine dell’anno, combinato con una mini-incremento delle esportazioni di Gnl, ha causato un calo dei prezzi e il differenziale tra i prezzi spot asiatici ed europei si è ridotto in modo significativo”. I prezzi asiatici del Gnl sono poi “ulteriormente diminuiti nella prima parte di quest’anno, verso la parte inferiore della fascia di prezzo definita dai costi operativi e dal ciclo completo degli esportatori statunitensi”.

LA SFIDA SECONDO BP

“La domanda di energia elettrica è aumentata ancora di più rispetto alla domanda globale di energia nel 2018, ma questo passaggio verso una maggiore elettrificazione può svolgere un ruolo importante nella transizione energetica solo se accompagnato da una decarbonizzazione del settore energetico”, ha detto il Ceo di BP Bob Dudley commentando le sfide energetiche globali. “Nonostante la continua e rapida crescita delle energie rinnovabili lo scorso anno, queste hanno fornito solo un terzo dell’aumento richiesto nella produzione di energia elettrica, con il carbone che fornisce un contributo sostanzialmente simile – ha detto Dudley -. Infatti, si stima che il crescente utilizzo del carbone nel settore dell’energia elettrica abbia più che compensato l’intera crescita del consumo globale di carbone dell’anno scorso”. Secondo Bp, insomma, la decarbonizzazione del settore elettrico e la sua necessità di soddisfare la domanda in rapida espansione, specialmente nei paesi in via di sviluppo, “è forse la singola sfida importante che dovrà affrontare il sistema energetico globale nei prossimi 20 anni”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati