skip to Main Content

Con un museo la Fondazione Aem accende l’interesse dei milanesi per la storia

Fondazione Aem

Inaugurato a Milano, in occasione della XXI Settimana della Cultura d’Impresa, l’AEMuseum. Oltre un secolo di storia cittadina e non solo nella mostra gratuita curata da Fondazione Aem

Probabilmente quasi nessuno sa che la prima centrale termoelettrica dell’Europa continentale (dopo quella di Londra), la seconda in tutto il mondo (una si trovava a Nuova York), fu costruita a fine Ottocento a Milano.

Era quella di Santa Redegonda che illuminava i grandi negozi che circondavano piazza Duomo.

La storia del capoluogo lombardo, insomma, è intrinsecamente connessa all’innovazione e all’energia, due temi oggigiorno sulla bocca di tutti, ma anche dorsali del PNRR.

Per questo, benché rivolto al passato, il museo di Fondazione Aem (l’azienda energetica che originariamente distribuiva energia elettrica e gas nella Provincia di Milano, dal 1º gennaio 2008 diventata A2A S.p.A., in seguito alla fusione per incorporazione di AMSA e ASM) sembra più incentrato su temi di pressante attualità che non su fatti e accadimenti sbiaditi.

Con l’apertura dell’AEMuseum, in occasione della XXI Settimana della Cultura d’Impresa organizzata da Assolombarda e Confindustria e promossa da Museimpresa, Fondazione Aem ha messo a disposizione della città e dei cittadini oltre 300 immagini e più di 100 spezzoni di filmati, decine di opere pittoriche, alcune mai esposte prima, e bozzetti di artisti famosi.

Archivio Fondazione Aem

Presente anche una selezione di oggetti di archeologia industriale e alcune opere interattive che rimandano alle strumentazioni degli anni che furono, permettendo al visitatore di curiosare nel passato dell’azienda e della città di Milano pigiando bottoni luminosi e tirando grosse leve. Ai più giovani sembreranno reperti: in realtà sono tutti strumenti che, soltanto pochi anni fa, erano all’avanguardia. E ciò che li rende famigliari è la loro stretta connessione con il tessuto cittadino e la comunità meneghina.

Archivio Fondazione Aem

A cavallo tra ’800 e ’900, Milano segnò una tappa fondamentale per lo sviluppo industriale, ricorrendo pionieristicamente a risorse tecnologiche ed energetiche, dall’idroelettrico al termoelettrico. Oggi si guarda a un futuro sostenibile nel quale la transizione alle fonti rinnovabili e la salvaguardia ambientale non possono più attendere e con questi temi in filigrana il museo di Fondazione Aem torna incredibilmente d’attualità. Una riscoperta del recente passato supportata anche dal ciclo di appuntamenti “Incontri con la storia“, organizzato nel medesimo stabile assieme a un’altra fondazione, quella del Corriere della Sera. Questi incontri, moderati da Paolo Mieli, offrono una narrazione sempre in bilico tra il passato industriale di una città che ormai sembra vivere solo di eventi e un futuro ricco di incognite, nel tentativo di fare luce (mai termine fu più appropriato) almeno sul presente.

Archivio Fondazione Aem

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore