Energia

Ama, Le Iene e i cocktail dei rifiuti (e la raccolta differenziata?)

di

Ama

Che cosa hanno svelato Le Iene sulla società romana Ama. Il video della trasmissione di Italia Uno e la posizione dell’ex municipalizzata

Ama mischia tutto. Mentre i romani fanno i conti con strade sporche, montagne di rifiuti fuori dalle porte di casa, raffica di tasse e sperano nella differenziata per migliorare la situazione, Ama non rispetta gli impegni e la sua missione.

Come denunciato da un video de Le Iene andato in onda martedì 5 novembre su Italia Uno, Ama mette la carta con l’indifferenziato e poi l’indifferenziato con la carta.

IL VIDEO

Partiamo dal servizio. Le Iene hanno piazzato due telecamere all’interno del centro Ama di Roma a Campo Boario, a Testaccio (serve il centro città e alcune zone periferiche). Dai filmati, a cura di Filippo Roma e Marco Occhipinti, si vede che gli addetti Ama mescolano il cartone all’indifferenziato.

Nell’arco di sei giorni, si vede che i camion effettuano un errato conferimento di carta ed indifferenziato, mischiandoli più volte.

L’AMMISSIONE

A confermare che quello che si vede nel video non è occasionale è anche un operatore Ama ai microfoni delle Iene: “Il materiale riciclabile tipo organico, vetro, carta, la maggior parte delle volte vengono buttati nel camion dell’indifferenziata, vuoi perché il cassone è pieno, e sono due giorni che non vengono a cambiarlo, vuoi perché non funziona il furgone e quindi è più facile scaricare qua. Tante volte ci sono difficoltà perché il furgone è troppo basso, perché va a sbattere sotto e l’alternativa è indifferenziata”.

LA DIFFERENZIATA NON SI FA

“Quindi di fatto la raccolta differenziata si fa o non si fa?”, chiede la Iena. “Non come andrebbe fatta, assolutamente no”, risponde l’operatore, fugando ogni dubbio.

LA RISPOSTA DI AMA

“In riferimento al servizio televisivo de ‘Le Iene’, andato in onda ieri sera, Ama S.p.A. smentisce quanto congetturato, ed è pronta ad agire in tutte le sedi opportune a tutela della propria immagine e dei suoi interessi, per contrastare finti scoop che nascono dall’ignoranza di chi invece dovrebbe essere ben informato sulle modalità logistiche e tecniche dell’azienda. La municipalizzata capitolina per l’Ambiente ribadisce ancora una volta che tutti i rifiuti differenziati e conferiti correttamente dai cittadini, secondo le modalità indicate dall’Azienda, vengono raccolti, valorizzati e avviati alle rispettive filiere di riciclo”, scrive l’Ama in una nota.

A CAMPO BOARIO NON SI FA DIFFERENZIATA

Detto questo, Ama interviene su quanto accaduto a Campo Boario: “Il sito di Campo Boario non è dedicato alla raccolta differenziata. I compattatori presenti nell’area (mostrati nel servizio de “Le Iene”) sono destinati esclusivamente ai rifiuti indifferenziati. Ai sensi della normativa vigente deve qualificarsi come indifferenziato anche il materiale, all’origine differenziabile, che presenti però al suo interno una rilevante percentuale di frazione estranea, come ad esempio cartoni bagnati, imballaggi in plastica, vetro, alluminio sporchi, ecc., abbandonati su strada o vicino ai cassonetti stradali e raccolti dai mezzi a vasca Ama in servizio h24 sul territorio”.

“Nella struttura – continua Ama – è anche presente un container blu che accoglie i materiali misti ancora recuperabili come cartoni, plastica, metalli. La selezione e la differenziazione di questi materiali viene successivamente svolta in un impianto privato gestito da una ditta a cui è stato affidato il servizio tramite apposito bando di gara. I materiali derivanti invece dalla raccolta differenziata “porta a porta” attiva nel quadrante, correttamente separati dai cittadini romani, hanno un altro canale di smistamento e non transitano in nessun caso nell’area logistica di Campo Boario, ma vengono trasferiti dai mezzi più piccoli alle cosiddette ‘macchine madri’, posizionate in giorni e orari prestabiliti in alcune vie, che poi trasportano i vari materiali alle piattaforme di riciclo”.

Qui il video delle Iene.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati