Economia

Tutti i fallimenti della Bce (rispetto alla Fed) in 8 grafici. Parola del prof. Ashoka Mody

di

Ecco l’asimmetria dannosa della Bce secondo l’economista Ashoka Mody. L’articolo di Giuseppe Liturri

In 8 grafici, @ashokamody ci spiega tutti i fallimenti della Bce, confrontati con la Fed.
Bce agisce con dannosa asimmetria. Sempre pronta a contrastare l’inflazione e ad alzare i tassi, come nel 2011, quando non serve, e ad abbassarli in ritardo, quando serve.
E se #Bce interviene in ritardo su tassi e Qe cosa accade? Che in Usa l’inflazione regge, ed in eurozona ci infiliamo nel tunnel della bassa inflazione. In quegli anni #Draghi parlava di fatto temporaneo, cercando di nascondere i profondi contrasti nel suo Consiglio.
Ma la cosa ancora più grave è l’effetto su paesi come l’Italia che avrebbe meritato una politica ben più espansiva della Germania, che aveva inflazione più alta. Risultato? Tassi reali più alti per noi e crescita ancora più debole. La fabbrica delle divergenze.
Una #bce che ha fallito tutte le sue previsioni di inflazione. Un grafico che dovrebbe essere mostrato a Draghi ad ogni conferenza stampa. Ha sempre fallito di conseguire il suo unico obiettivo. O meglio, ne conseguiva solo una parte: inflazione solo sotto ma non anche vicino 2%.
Non è riuscita nemmeno ad indebolire l’euro, come ha fatto la BoJ. La gran parte del deprezzamento è precedente al Qe, soprattutto a causa della fine del Qe della Fed. Già ad inizio 2017 si parlava della sua fine che veniva annunciata a giugno 2018, quando già economia rallentava.
Una #Bce costantemente in ritardo rispetto alle altre banche centrali, le cui iniziative hanno sempre fatto rafforzare l’euro. Al punto che quando tardivamente è partito il QE, scarsi sono stati gli effetti sul cambio e sulla crescita.
La trappola dell’eurozona: la bassa crescita dei paesi più deboli ha diminuito le importazioni, migliorato la bilancia commerciale e rafforzato il cambio, indebolendo ancora di più la crescita. Non siamo stati capaci di sfruttare nemmeno il cambio.
Il Qe ha aiutato la crescita? Nemmeno per sogno. È stata la crescita del commercio mondiale, gli stimoli all’economia cinese ad inizio 2017 hanno sostenuto l’eurozona nel 2017/18. Quando i cinesi hanno rallentato, abbiamo rallentato anche noi. Qe e #Bce irrilevante.
Bce soffre di limiti politici alla sua azione. Ha dapprima negato i problemi, poi ha agito in ritardo e con misure parziali, non conseguendo alcun risultato. Ora, con recessione in casa, nega ancora l’evidenza e promette di avere strumenti a disposizione. Non gli crede nessuno.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati