skip to Main Content

Netco Tim

Come sarà Tim con la nascita di Netco. Documento riservato

Il nuovo assetto di Tim con la nascita di NetCo secondo un documento che circola tra i sindacati

Si comincia a delineare la nuova Tim del futuro, con il ramo d’azienda della rete, la NetCo, che sarà acquisita dal fondo americano Kkr insieme al ministero dell’Economia e delle Finanze. Secondo addetti ai lavori che hanno visionato un documento interno, i dipendenti a tempo pieno della ServCo (la Tim dei servizi) saranno 18 mila mentre quelli della NetCo saranno 20 mila, sempre a tempo pieno. Ieri l’azienda ha presentato la nuova struttura e il piano occupazionale alle organizzazioni sindacali.

L’ATTUALE ASSETTO ORGANIZZATIVO DI TIM

Nell’attuale macro assetto di Tim le strutture interessate nella definizione del perimetro del ramo NetCo coinvolgono, ovviamente, il presidente Salvatore Rossi, il ceo Pietro Labriola (che sotto di sé ha, tra gli altri, i capi delle risorse umane e delle relazioni istituzionali, il cfo, l’ufficio Legal & Tax) e il board dei direttori Massimiliano Turconi (Audit) e Giampaolo Leone (Compliance). Un posto importante è poi riservato al Network, Operations & Wholesale Office, guidato da Elisabetta Romano, che assicura l’innovazione delle reti e dei servizi, il presidio dei processi integrati di ingegneria, sviluppo ed esercizio delle infrastrutture tecnologiche, delle piattaforme di servizio e multimediali e dell’IT per i sistemi di supporto alle operations e al business wholesale.

COME SARÀ COMPOSTO IL RAMO NETCO

Il ramo Netco sarà alimentato dalla Funzione Chief Network Operations & Wholesale office per le attività di line del perimetro (componente che rappresenta il 96% del ramo), dalla Funzione Chief IT Corporate & Market Systems Office per la quota dei sistemi ERP di competenza, dalle Funzioni di Staff per garantire la piena autonomia della legal entity. Inoltre vengono riallocate in Tim dall’attuale Chief Network Operations & Wholesale alcune attività in scope con il perimetro ServCo, in particolare la componente relativa alla rete Mobile e Core.

IL FUTURO ASSETTO ORGANIZZATIVO DI TIM

Nell’assetto organizzativo che si verrebbe a creare il board dei direttori sarebbe a capo dell’Audit e della Compliance del Network Operations & Wholesale e il ceo guiderebbe lo staff nelle sue varie articolazioni (risorse umane, cfo, ufficio legale, comunicazione istituzionale etc.) oltre al Chief Network Operations & Wholesale Office, al Chief Consumer, Small & Medium and Wholesale Market Office, al Chief Enterprise and Innovative Solutions Office, al Chief Mobile, Core & Platforms Technology Office e al Chief IT Corporate & Market Systems Office.

In totale 20.400 lavoratori a tempo pieno farebbero parte della NetCo e 18 mila – ancora a tempo pieno – della ServCo.

L’ASSETTO DEL RAMO NETCO

Sempre dalle fonti che hanno visionato il documento, si apprende che le Funzioni di Staff sono definite in maniera simmetrica rispetto alle Funzioni di Tim con riporto gerarchico nei confronti del Chief Network Operations & Wholesale Office e delle rispettive Funzioni di Staff di Tim.

Inoltre si specifica che l’IT del Ramo NetCo include anche i sistemi ERP dedicato al perimetro e che le Funzioni di line – ricomprese nel perimetro – sono in continuità con l’attuale assetto.

ECCO UNA DELLE SLIDE DEL DOCUMENTO DI TIM AD USO INTERNO CHE CIRCOLANO TRA I SINDACATI

netco tim

Back To Top