Advertisement skip to Main Content

Roberto Sergio, chi è e quanto guadagna il nuovo capo della Rai

Ecco il curriculum integrale di Roberto Sergio, nuovo amministratore delegato della Rai, chi lo ha votato e quanto guadagna

 

Nuovo vertice Rai per volontà del governo Meloni: al timone va Roberto Sergio, manager Rai di lungo corso di formazione centrista, gradito dal centrodestra ma dalle ampie relazioni multipartisan.

Ecco tutti i dettagli sull’elezione di Roberto Sergio.

COME E’ ANDATA L’ELEZIONE DI ROBERTO SERGIO IN RAI

Tre voti a favore, compreso quello della presidente Marinella Soldi (voto che vale doppio e dunque è stato determinante). Uno contrario – della consigliera in quota Pd Francesca Bria – e due astensioni: per il consigliere dei dipendenti Riccardo Laganà e per Alessandro Di Majo (in quota M5S).

IL POST FAZIO PER ROBERTO SERGIO

Parte così l’avventura del nuovo ad Rai Roberto Sergio, con un colpo di start nel bel mezzo del bailamme legato all’addio di Fabio Fazio alla Rai per approdare in casa Warner Bros. Discovery.

LE SFIDE RAI PER ROBERTO SERGIO

Per il nuovo amministratore delegato – che ieri ha nominato a capo dello staff Paola Marchesini e come direttore generale l’ex consigliere in quota FdI Giampaolo Rossi (destinato dal 2024 a una staffetta proprio con Sergio nel ruolo di ad) – “ora l’imperativo è correre per affrontare e chiudere dossier rimasti in sospeso in questa prima parte dell’anno caratterizzata dalle voci della sostituzione del precedente ad Carlo Fuortes che hanno, evidentemente, rallentato i processi decisionali”, ha scritto il Sole 24 ore: “Non ultimo quello sui piani di produzione. Validi fino al 31 agosto. Tant’è che il primo Cda guidato da Sergio ha dovuto sbloccare, mettendoli al sicuro, una decina di programmi tra i quali “Report”, “Mezz’ora in più”o anche “Cartabianca””.

CHE COSA HA SCRITTO REPUBBLICA DI ROBERTO SERGIO

“Come tutti i dc, stirpe politica alla quale appartiene anche grazie al legame personale con Casini che è stato il suo testimone di nozze, Roberto Sergio è un manager Rai di lungo corso dotato di una speciale abilità: farsi concavo e convesso a seconda di come gira il vento”, ha scritto Repubblica. Per inciso Casini ora è un senatore del gruppo parlamentare del Pd.

ECCO IL CURRICULUM UFFICIALE DI ROBERTO SERGIO

Nato a Roma nel 1960, laureato in Scienze Politiche e in Scienze delle Comunicazioni, è un manager esperto di telecomunicazioni. Inizia il proprio percorso professionale nel 1985 presso la Sogei – Società Generale d’Informatica SpA. Nel 1997 passa in Lottomatica Italia Servizi (gruppo LIS SpA), dove assume, in quattro anni di attività, la responsabilità di diversi settori: Relazioni Esterne e Rapporti Istituzionali; Comunicazione e Pubblicità; Sviluppo Business; Marketing e Comunicazione; Direzione Commerciale.

Tra il 2001 e il 2003 è prima direttore Comunicazione e Immagine e poi Vice Direttore Generale di Lottomatica SpA (oggi IGT). Nel 2002 e per due anni è anche Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda.

Nel 2004 è chiamato in Rai come direttore dell’area Nuovi Media, incarico che svolge fino al 2007, quando è designato Presidente di SIPRA (poi Rai Pubblicità). In questi anni ricopre anche l’incarico di consigliere di amministrazione di Rai Net, Rai Click e Rai Sat.

Nel settembre 2012 assume il ruolo di presidente di Rai Way.

Ad aprile 2015 riceve la responsabilità della Vice Direzione della Radio. Da luglio dello stesso anno ha anche la responsabilità di seguire i rapporti con le consociate del gruppo Rai, con la qualifica di Direttore.

Da dicembre 2016 gli viene affidata la responsabilità ad interim della Direzione Radio.

Nel giugno 2017 viene nominato Direttore della Direzione Radio.

Da luglio 2019 è Consigliere di Amministrazione di PER – Player Editori Radio.

Da giugno 2020 è Consigliere di Amministrazione di Rai Com.

COMPENSI (€ LORDI/ANNO)

Retribuzione effettivamente percepita – anno 2021: 240.000

Di cui:

  • Retribuzione fissa: 237.335
  • Retribuzione accessoria: 2.665

– Leggi anche: Rai, ecco chi sono i dirigenti più pagati

Back To Top