Economia

Popolare Vicenza, ecco chi si vuole pappare i palazzi ex Bpvi

di

Tutti i dettagli sulle offerte dei fondi pronte per gli immobili dell’ex Popolare di Vicenza

Ci sarebbero Apollo, Lone Star e Blackstone in lizza per il pacchetto di immobili di pregio messo sul mercato dai commissari delle ex banche venete. Entro lunedì 29 aprile sono attese le offerte non vincolanti per Immobiliare Stampa, la società in cui è custodito gran parte del mattone dell’ex Popolare di Vicenza.

LA TEMPISTICA PER GLI IMMOBILI EX POPOLARE VICENZA

La scadenza è stata posticipata di un paio di settimane rispetto alla data fissata inizialmente per tenere conto delle necessità degli investitori che numerosi avrebbero bussato all’advisor Vitale & Co. I non disclosure agreement sottoscritti sarebbero infatti una ventina, ma è ragionevole attendersi tra otto e dieci offerte non vincolanti a fine mese. Il pacchetto messo sul mercato del resto è invitante.

ECCO I PALAZZI DELL’EX POPOLARE DI VICENZA IN VENDITA

Oltre alle prestigiose sedi di Milano e Roma della ex Popolare di Vicenza, nel portafoglio ci sono anche Palazzo Thiene, quartier generale rinascimentale dell’istituto berico, Palazzo Repeta e Palazzo Negri, assieme a filiali in zone di lusso come quella che Bpvi aveva in Largo del Tritone, nel centro storico di Roma.

IL RUOLO DI INTESA SANPAOLO

Bisogna peraltro ricordare che una parte del patrimonio immobiliare delle due ex banche popolari è finita a Intesa Sanpaolo nell’ambito del processo di salvataggio. Si è trattato soprattutto degli immobili strumentali, organici cioè all’attività bancaria. Intesa si è aggiudicata anche gran parte degli asset della ex Veneto Banca: tra questi c’è villa Spineda, storica sede dell’istituto trevigiano, e il centro direzionale dell’istituto alle porte di Montebelluna. Nei mesi scorsi intanto i commissari straordinari sono riusciti a cedere un primo asset immobiliare, cioè l’immobile milanese di piazza Durante, già sede legale di Fineco, che la banca online di Unicredit si è aggiudicata per 70 milioni.

IL PACCHETTO DI IMMOBILI

Il pacchetto di Immobiliare Stampa non è l’unico asset immobiliare di origine bancaria sul mercato. Mps ad esempio intende cedere un pacchetto da circa 600 milioni di euro seguito dall’advisor Duff & Phelps Reag. In questo caso si tratterebbe soprattutto di filiali chiuse nell’arco del piano di ristrutturazione e di altre strutture di proprietà della banca. Non è escluso peraltro che su una parte del portafoglio possano essere applicate soluzioni di sales & lease back, come hanno fatto altri istituti di credito negli ultimi anni. Nell’elenco di palazzi ci sarebbero la sede storica a Milano, in via Santa Margherita, oltre a edifici storici a Roma e Firenze. Per quanto riguarda i potenziali compratori, sul mercato si fanno i nomi di Blackstone, Starwood, Tristan Capital Partners, Lone Star, Apollo e Cerberus.

 

(estratto di un articolo pubblicato su Mf/Milano Finanza; qui l’articolo integrale)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati