Economia

Mps, Unicredit e non solo. Come vanno gli Np con le Gacs?

di

Quali performance hanno fatto registrare le vendite degli Npl con le Gacs di Mps, Unicredit, Popolare di Bari e non solo? Ecco numeri e scenari

 

In questi anni le cartolarizzazioni garantite (Gacs) sono stati uno degli strumenti più utilizzati dal sistema bancario per ridurre la zavorra dei crediti deteriorati.

Il trasferimento dei portafogli ai servicer ha però spostato, ma non ancora risolto il problema perché oggi gruppi come DoBank, Cerved, Prelios e Credito Fondiario si trovano a gestire non performing loan per decine di miliardi.

GLI ULTIMI DATI SUI DOSSIER NPL

I primi dati sui processi di recupero sono emersi nel corso dell’Italian Restructuring Forum organizzato a Milano da Debtwire. Una sezione del convegno è stata dedicata proprio al mercato dei servicer e ha fatto tra l’altro il punto sull’andamento delle Gacs. Guardando al cumulative collection ratio, cioè al rapporto tra recuperi effettuati e recuperi stimati dai business plan, si evidenzia uno scenario a due velocità.

IL CASO BNL

A parte l’operazione Juno di Bnl che presenta un valore anomalo visti i tempi recentissimi del deal, molte grandi cartolarizzazioni sono in linea con i business plan. I servicer cioè stanno recuperando quello che si aspettavano di portare a casa.

DOSSIER MPS

È il caso di Siena Npls 2018, la maxi cessione realizzata lo scorso anno da Mps e gestita oggi da Cerved, Prelios e doBank che oggi vede un net cumulative collection ratio al 97%.

CHE COSA E’ SUCCESSO A UNICREDIT

Performance meno brillante sta invece registrando il portafoglio Fino di Unicredit che vede un ratio netto all’85%. Indietro rispetto ai business plan sono invece le due operazioni del Credito Valtellinese, cioè Elrond (Cerved) e Aragorn (Cerved e Fonspa), mentre Pop Bari 2016 ha registrato un’accelerazione negli ultimi mesi e si colloca ora al 93%.

IL FARO DI MOODY’S

Già a inizio anno peraltro l’agenzia di rating Moody’s aveva acceso un faro sui ritardi nei recuperi. Un problema che riguarda soprattutto le operazioni più piccole, ma che per il momento non sembra destare preoccupazione tra gestori e investitori.

MERCATO EFFERVESCENTE

Il mercato delle gacs non mostra infatti segni di stanchezza e, dopo il rinnovo della misura, dovrebbe intensificarsi nei prossimi mesi.

(estratto di un articolo di Mf/Milano Finanza)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati