Economia

Leonardo-Finmeccanica e non solo. Come saranno i tagli alla Difesa. Rumors e commenti

di

Quali tagli colpiranno i programmi per la Difesa e società del settore come Leonardo (ex Finmeccanica), Piaggio Aero, Mbda, Avio e non solo. Fatti, numeri, indiscrezioni e commenti delle riviste del comparto

“Riduzione delle spese militari – Si prevede una riduzione delle spese militari pari ai fondi necessari per la riforma dei Centri per l’impiego”.

E’ quanto si legge nel comunicato stampa della presidenza del Consiglio datato 15 ottobre, il giorno dell’approvazione da parte del governo del decreto fiscale allegato alle manovra finanziaria.

CHE COSA FARA’ IL GOVERNO SULLE SPESE PER LA DIFESA E SU LEONARDO-FINMECCANICA

Dunque dopo giorni di voci e indiscrezioni sull’entità dei tagli annunciati dal vicepremier Luigi Di Maio, Palazzo Chigi conferma che i tagli ci saranno.

LE PAROLE IN CONTRADDIZIONE DI TOFALO RISPETTO AL COMUNICATO DI PALAZZO CHIGI

Eppure lo stesso giorno il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, ha detto: “Il governo non ha ancora tagliato nulla sulla difesa, ma ha recuperato una quota razionalizzando e rimodulando alcuni programmi”.

I PROGRAMMI TAGLIATI SECONDO LA RIVISTA RID

Quali programmi saranno tagliati? “Presumibilmente, una parte di queste risorse – ha scritto la rivista di settore Rid diretta da Pietro Batacchi – proverrebbe dal bilancio ordinario della Difesa ed una parte graverebbe sul bilancio del ministero dello Sviluppo economico, laddove questo garantisce come noto il finanziamento di importanti programmi di procurement militare”. Secondo Rid, “se non vi dovessero essere cambiamenti in sede di esame parlamentare, e l’entità dei tagli dovesse essere confermata, si tratterrebbe di una mazzata tremenda per la Difesa, con gravi ripercussioni sul tessuto industriale e sui rapporti/impegni a livello internazionale del nostro Paese”.

LE CRITICHE DEL MENSILE AIRPRESS DI MESSA (LEONARDO)

Anche un’altra rivista che segue il comparto difesa, come il mensile Airpress edito da Paolo Messa, neo direttore relazioni istituzionali Italia di Leonardo (ex Finmeccanica) per volontà del presidente Gianni De Gennaro secondo Dagospia, ha usato parole nette per questa prospettiva, criticando le “recenti esternazioni del vicepremier Luigi Di Maio e nella sua scelta, francamente incomprensibile, di bloccare al Mise attività di finanziamento già previste e già a budget”. Quali? “I programmi relativi alla legge navale, quello di difesa missilistica Camm-Er, quelli relativi ai droni P.2HH, ai caccia F-35, agli elicotteri NH90 sono fermi per il timore (sic!) di un contraccolpo elettorale in vista delle europee e della competizione interna con Salvini”, si legge nell’editoriale dell’ultimo numero della rivista che circola in ambienti militari.

IL COMMENTO DI GAIANI (ANALISI DIFESA)

Nei giorni scorsi, il direttore di Analisi Difesa Gianandrea Gaiani ha scritto a proposito del programma missilistico Camm Er: “Il programma – ha scritto Gaiani  – avrebbe un impatto positivo in termini tecnologici e occupazionali coinvolgendo gli stabilimenti di MBDA Italia ma anche quelli di Avio per lo sviluppo e produzione del motore del missile e Leonardo per il radar Kronos”.

IL TWEET DI ARMARO (EX PORTAVOCE DEL MINISTRO DELLA DIFESA)

Significativo sul tema anche un tweet di Andrea Armaro, già portavoce dei ministri della Difesa, Arturo Parisi e Roberta Pinotti:

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati