Economia

I conti (in pillole) di Intesa Sanpaolo nel 2019

di

conti intesa sanpaolo

Tutti i dettagli sui risultati 2019 di Intesa Sanpaolo e come i conti della banca guidata da Messina sono stati accolti dalla Borsa

La Borsa di Milano sale oggi spinta dagli acquisti su Intesa Sanpaolo che segna in mattinata un rialzo del 2% all’indomani dei conti. Ecco i dettagli sui risultati 2019 del gruppo bancario guidato dall’amministratore delegato Intesa Sanpaolo.

L’UTILE DI INTESA SANPAOLO

Intesa Sanpaolo chiude il 2019 con un utile a 4,18 miliardi di euro, in crescita rispetto ai 4,05 miliardi dell’anno precedente.

I DIVIDENDI DI INTESA SANPAOLO

Nel quarto trimestre l’utile si è attestato a 872 milioni di euro. Proposti dividendi cash per 3,36 miliardi, pari all’80% di payout ratio indicato nel piano di impresa per il 2019.

RISULTATI IN CRESCITA

Il risultato di 4,18 miliardi è in crescita del 3,3% rispetto ai 4,05 miliardi dell’anno precedente, del 24,2% se si escludesse dal 2018 l’apporto positivo delle operazioni Ntv e Intrum.

I CREDITI DETERIORATI

Il gruppo guidato da Carlo Messina nel 2019 ha ridotto i crediti deteriorati, al lordo delle rettifiche di valore, di circa 6 miliardi di euro nel 2019, circa 34 miliardi dal settembre 2015.

L’ANALISI DEL SOLE 24 ORE SUI CONTI DI INTESA SANPAOLO

Intesa Sanpaolo ha chiuso il 2019 con il miglior risultato netto dal 2007: l’utile netto è pari a 4,18 miliardi, in progresso del 3,3% rispetto al 2018. In verità lo scarto sull’anno precedente sarebbe anche superiore se si sterilizzassero le operazioni straordinarie registrate nell’ultimo trimestre del 2018: in particolare la cessione della quota in Ntv e il deal con il colosso svedese Intrum per la gestione delle sofferenze, ha sottolineato oggi il Sole 24 Ore.

IL COMMENTO DI MILANO FINANZA SUI CONTI DI INTESA SANPAOLO

“Intesa Sanpaolo è a tutti gli effetti una wealth management company, in cui gestioni patrimoniali e assicurazioni rappresentano quasi la metà del risultato lordo. In termini strategici è questo il dato più significativo del bilancio che ieri il ceo Carlo Messina ha presentato ai mercati”, ha scritto Mf/Milano Finanza.

GLI ONERI OPERATIVI

Gli oneri operativi registrano un calo del 2,1%, tanto che il cost/Income ratio atterra al 51,4%. Da questo punto di vista Intesa anzi promette di superare anche gli obiettivi di piano, che mettono al 45% il punto di arrivo nel rapporto tra costi e ricavi.

IL COSTO DEL RISCHIO

Sul fronte del costo del rischio, il gruppo nel 2019 registra il più basso flusso di crediti deteriorati lordi di sempre (3,9 miliardi), con rettifiche nette su crediti in calo del 12,7% rispetto all’anno precedente, ha sottolineato il Sole 24 Ore: “Il nodo dei crediti deteriorati spaventa insomma molto meno che in passato. Molto si deve al lavoro di pulizia effettuato in questi anni, che ha permesso di ridurre di 34 miliardi circa lo stock dei crediti deteriorati dai massimi di settembre 2015. Gli accordi con Intrum sul fronte delle sofferenze e con Prelios per gli Unlikely to pay hanno permesso di sgonfiare l’Npe ratio al 7,6% a fine 2019, dall’11,9% di fine 2017. Numeri che consentono di poter conseguire «ben in anticipo» l’obiettivo del 2021, che fissa al 6% il target di Npe ratio”.

IL COMMENTO DI MESSINA (INTESA SANPAOLO)

«Chiudiamo il bilancio 2019 con particolare soddisfazione», è il commento di Messina. Perché pur in un contesto «più complesso del previsto», la banca si «colloca tra le banche europee più solide e profittevoli».

+++

ECCO IL COMUNICATO INTEGRALE DI INTESA SANPAOLO

I risultati del bilancio 2019 confermano Intesa Sanpaolo una delle banche più solide e profittevoli in Europa.

Nonostante un quadro macro economico molto sfidante, il Gruppo non solo ha raggiunto tutti gli obiettivi previsti per il 2019, ma ha anche realizzato quattro importantissime operazioni che pongono le basi per la crescita futura.

La forte solidità finanziaria del Gruppo Intesa Sanpaolo ha consentito alla Banca di promuovere numerose iniziative a sostegno di privati e aziende.

Oggi, 4 febbraio 2020 il ceo e Consigliere delegato di Intesa Sanpaolo Carlo Messina commenta così i risultati di bilancio: “Chiudiamo il bilancio 2019 con particolare soddisfazione: in un contesto più complesso del previsto, Intesa Sanpaolo conferma la capacità di collocarsi tra le banche europee più solide e profittevoli, in grado di generare benefici per tutti gli stakeholders e di essere il motore della crescita inclusiva e sostenibile.

sostegno ai bisognosi crescita sostenibile e inclusiva

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati