skip to Main Content

Giorgetti Stellantis

Giancarlo Giorgetti, ecco il curriculum del leghista (buono per tutte le stagioni) ora al Mef

Giancarlo Giorgetti sarà il nuovo ministro dell'Economia nel governo Meloni

 

Giancarlo Giorgetti? Filo Bossi quando Umberto Bossi era alla testa della Lega. Filo Maroni quando Roberto Maroni capeggiava il Carroccio. Filo Salvini da quando Salvini è numero uno della Lega, ma al contempo filo Draghi pur non essendoci state grandi sintonie, anzi, fra Salvini e Draghi.

Giorgetti è da sempre esemplare nelle sue capacità di solcare e svettare durante ogni stagione politica.

Giorgetti da Cazzago Brabbia da anni è affidato il ruolo di ‘eminenza grigia’ del partito di via Bellerio.

Commercialista bocconiano, laureato con una tesi in Economia aziendale sugli stadi dei Mondiali di Italia ’90, ‘Gg’, come e’ chiamato tra gli ex ‘lumbard’, ha iniziato la carriera parlamentare 26 anni fa, sei legislature alle spalle, sempre rieletto alla Camera, l’ultima volta nel marzo del 2018.

Al suo primo mandato, nel 1996 – XIII legislatura – era quasi ‘vicino di banco’ di Sergio Mattarella, raccontano i compagni di partito: l’attuale capo dello Stato era capogruppo dei ‘ Popolari democratici -L’Ulivo’, separato solo dal corridoio di passaggio tra uno ‘spicchio’ e l’altro dell’emiciclo. Padre pescatore e madre operaia in un’azienda tessile, Giorgetti e’ stato a lungo sindaco di Cazzago Brabbia, 800 abitanti circa, sul lago di Varese. 

Capogruppo della Lega a Montecitorio a piu’ riprese, dal 2001 al 2006, durante il secondo governo di Silvio Berlusconi, e’ stato il presidente della Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione. 

Dal 2002 al 2012 segretario nazionale della Lega Lombarda. Il 30 marzo 2013, in seguito alle infruttuose consultazioni per la formazione di un governo, e’ stato chiamato da Giorgio Napolitano a far parte del gruppo ristretto – i cosiddetti ‘saggi’ – incaricato di presentare proposte programmatiche in materia economico-sociale ed europea. E’ stato definito piu’ volte il “Gianni Letta della Lega”, per la sua ritrosia alla ribalta politica e per l’abilita’ diplomatica dietro le quinte, prima ancora “, ma non diciamolo troppo forte perche’ senno’ si monta la testa”, disse, prima del malore, il senatur).

Cugino dell’ex banchiere Massimo Ponzellini, ai tempi dell’ultimo governo Berlusconi era ritenuto molto vicino all’allora ministro del Tesoro Giulio Tremonti.

Estimatore di Mario Draghi, coltivazioni negli ambienti piu’ tradizionalisti Vaticano e della diplomazia Usa. “I detrattori lo chiamano il tappo. E non perché sia basso, ma perché ogni volta che la Lega cambia corso (o leader) lui si trova al posto per giusto governare il partito senza farlo sbandare troppo”, ha scritto Cristina Giudici sul ‘Foglio’.

Dopo la caduta di Bossi e del ‘cerchio magico’, in seguito agli scandali sull’ sopravvive all’era di Roberto Maroni, e torna e diventare centrale con l’elezione a segretario federale di Matteo Salvini, nel dicembre 2013.

ECCO IL CURRICULUM UFFICIALE DI GIANCARLO GIORGETTI:

Giancarlo Giorgetti è nato a Cazzago Brabbia (Varese), ove risiede.

Laureato in Economia Aziendale presso l’Università Bocconi di Milano. Dottore Commercialista. Revisore contabile.

Sindaco di Cazzago Brabbia (Varese) dal 1995 al 2004.

Dal 2002 al 2012 è Segretario Nazionale della Lega Nord – Lega Lombarda, della quale è stato Presidente dal 2012 al 2017.

E’ Membro della Camera dei Deputati ininterrottamente dal 1996, essendo stato rieletto negli anni 2001, 2006, 2008, 2013 e 2018.

Dal 2001 al 2006 e dal 2008 al 2013 è Presidente della Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione della Camera dei Deputati.

Negli anni 2006-2007 è Vice Presidente della Commissione Affari Esteri.

Fino al 2013 è componente della delegazione parlamentare italiana alla NATO con l’incarico di Vice Presidente della Commissione Economia e Sicurezza.

Nel corso della XVII (2013) e della XVIII (2018) legislatura è eletto Presidente del Gruppo Parlamentare della Camera dei deputati Lega Nord – Lega dei Popoli – Noi con Salvini e successivamente Lega-Salvini Premier.

Nell’aprile 2013 è uno dei dieci saggi per le riforme nominati dal Presidente Napolitano.

Dal 26 marzo 2013 al 7 maggio 2013 è stato Presidente della Commissione Speciale per l’esame di atti del Governo.

Dal 2013 al 2018 è Presidente della Commissione Parlamentare per l’attuazione del Federalismo Fiscale.
Da dicembre 2013 a febbraio 2015 è Presidente della Cooperativa Pescatori del Lago di Varese.

Dal marzo 2014 è stato chiamato a presiedere la parte italiana del Gruppo di Collaborazione fra la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d’America e la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana.
Dal 2015 è Vice Segretario Federale della Lega Nord.

Dal 1º giugno 2018 al 4 settembre 2019 è stato Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo Sport – Governo Conte.

Dal 13 febbraio 2021 è Ministro dello Sviluppo Economico – Governo Draghi.

Back To Top