Advertisement skip to Main Content

Fca Tesla

Fca, l’illusione finanziaria del debito azzerato

Il commento di Fulvio Coltorti, fino al 2015 direttore dell’Area studi di Mediobanca e ora docente all’Università Cattolica di Milano Un plauso a Fabio Pavesi per un articolo sul Fatto Quotidiano che attira l’attenzione sul cosiddetto debito netto. Si tratta di un’invenzione made in Italy concepita all’unico scopo di mostrare meno debiti di quelli che…

Un plauso a Fabio Pavesi per un articolo sul Fatto Quotidiano che attira l’attenzione sul cosiddetto debito netto.

Si tratta di un’invenzione made in Italy concepita all’unico scopo di mostrare meno debiti di quelli che si hanno.

COME DICHIARARE I DEBITI (NON SOLO DI FCA)

I debiti debbono essere dichiarati per l’importo che occorre rimborsare alla scadenza. Concetto elementare di ogni bilancio, eppure in questo Paese, che pure ha inventato la contabilità, non è mai spuntato un professore di ragioneria (dico uno) che abbia condannato questa “moda”.

I METODI DELLA CONSOB

La stessa Consob non ha mai ritenuto di censurare tale pratica. Al contrario (ahimé) ha pensato bene addirittura di disporre che le società quotate riproducano il conto della posizione finanziaria netta (un semplice saldo a mio parere di nessuna utilità e comunque diverso dal debito) nella nota esplicativa.

IL CASO ZUCCHEROSO DI FERRUZZI

Inutile ricordare i casi estremi come quello del gruppo Ferruzzi che nelle sue informative al pubblico (soprattutto ai giornalisti) esponeva i debiti compensati addirittura con il magazzino zucchero. E questo gruppo si era anche specializzato nel segnalare errati i dati pubblicati da R&S! Fin quando lo stesso Gianni Agnelli dichiarò pubblicamente che quei dati erano invece corretti.

LA LEZIONE DI MATTIOLI

Come specificava Raffaele Mattioli nelle sue lezioni alla Cattolica di Milano è profondamente errato compensare una passività certa (il debito) con attività di incerta valutazione quali sono gli attivi ritenuti liquidabili nel breve periodo (e non bisogna ricordare titoli tossici e derivati per chiarire).

LE INCONGRUENZE SEGNALATE DA PAVESI SUL FATTO

Con ragione Pavesi segnala un’incongruenza tra la situazione dichiarata dalla società (debito netto nullo o addirittura…. negativo) e la valutazione junk attribuita dalle agenzie di rating.

CHE COSA INDICA L’ELEVATA LIQUIDITA’

Senza dovere aggiungere che un’elevatissima liquidità configura un’impresa incapace di rafforzarsi nella sua attività specifica e che in un bilancio consolidato i debiti stanno in società diverse da quelle che esibiscono i liquidi.

I MERITI DI MARCHIONNE E L’INFORMAZIONE FINANZIARIA

Con ciò non voglio nulla togliere ai grandi meriti di Sergio Marchionne, manager straordinario che ha fatto resuscitare il gruppo Agnelli. Ma l’informazione finanziaria deve essere corretta se vogliamo che il sistema finanziario sia sano.

(post pubblicato sul profilo di Coltorti)

Back To Top