Economia

Fase 2, tutte le nuove regole dal 4 maggio

di

Dpcm

Che cosa cambierà dal 4 maggio. Ecco regole e chiarimenti del governo sulla fase 2

Lunedì 4 maggio tornano al lavoro 4,4 milioni di persone, secondo i consulenti del lavoro. E il governo prevede la possibilità di far visita a coniugi, conviventi, partner delle unioni civili, parenti fino al sesto grado, affini fino al quarto grado come i cugini del coniuge. E a persone “legate da uno stabile legame affettivo”, come i fidanzati ma non, precisano fonti di governo, gli amici.

TUTTI I CHIARIMENTI DEL GOVERNO SULLE REGOLE DAL 4 MAGGIO

“Saranno 4,4 milioni i lavoratori che torneranno al proprio posto di lavoro (e basterà il tesserino come giustificazione in caso di controlli), mentre quasi altrettanti sono in smart working: oltre 4,3 milioni, di cui circa 2,5 milioni nella Pa e oltre 1,8 milioni nel privato. Tanto che i sindacati adesso invocano un protocollo ad hoc, con la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo che si è già detta disponibile al confronto”, scrive il Sole 24 Ore.

TUTTE LE NUOVE REGOLE DAL 4 MAGGIO SUGLI SPOSTAMENTI

Via libera anche all’attività motoria non solo nei pressi della propria abitazione e nei parchi ma resta chiaro che non si può uscire dalla propria regione, se non – una volta sola – per tornare nella propria residenza o domicilio, se per il lockdown si era rimasti bloccati altrove. Resta il divieto anche per le seconde case: “Non è tra gli spostamenti per necessità”, spiegano fonti di governo per dissipare i dubbi.

CODICI ATECO, CHI PUO’ RIAPRIRE DAL 4 MAGGIO

Che cosa cambia per le aziende? Dal 4 maggio, secondo le nuove Faq pubblicate sul sito del Governo, l’elenco delle attività produttive contenuto all’allegato 3 del Dpcm del 26 aprile deve ritenersi «esaustivo». Via libera, dunque, alla ripresa di manifattura (tessile, moda, auto, mobili), costruzioni e commercio all’ingrosso delle relative filiere, industria estrattiva. Potranno riaprire i battenti anche i settori del restauro delle opere d’arte e quello della riparazione e manutenzione di materiale rotabile, così come i concessionari di auto. Tutti obbligati a rispettare i protocolli allegati al decreto, pena «la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza».

COMMERCIO, PROFESSIONI E SERVIZI. CHE COSA CAMBIA DAL 4 MAGGIO

Per il lavoro sono raccomandati orari differenziati e, ove possibile, smart working, ma impensierisce la tenuta dei trasporti, tra ingressi contingentati su bus e metro e rischio di lunghe code di auto. Anche per questo arriva un’ordinanza del Mise per riaprire i negozi bici e monopattini, per l’acquisto dei quali dovrebbe arrivare un incentivo nel prossimo decreto economico. Diventano più facili gli spostamenti nella Regione. E sembrano allentarsi – ma si attendono indicazioni dal Viminale – gli obblighi di autocertificazione: per chi va al lavoro sarà sufficiente esibire un tesserino e potrebbe non servire per andare a fare sport o al parco (“La giustificazione di tutti gli spostamenti ammessi, in caso di eventuali controlli, può essere fornita nelle forme e con le modalità consentite”, si legge sul sito del governo).

TUTTI I CHIARIMENTI DEL GOVERNO SULLE REGOLE DAL 4 MAGGIO

Ripartono anche esami universitari e lauree in presenza, purché si possano tenere le distanze, sono possibili attività di restauro e laboratori e tirocini universitari. Riaprono i concessionari d’auto. Il dpcm firmato domenica scorsa dal premier Conte prevede comunque mascherine per tutti, sia nei luoghi accessibili al pubblico, sia sui mezzi di trasporto. Si possono usare anche mascherine autoprodotte ma sono esentati i bambini sotto i sei anni.

CODICI ATECO, CHI PUO’ RIAPRIRE DAL 4 MAGGIO

I bambini possono godere della riapertura dei parchi e delle ville, dove però restano chiuse le aree giochi. Resta comunque il divieto di assembramento, non solo nei luoghi pubblici ma anche in quelli privati. Ma si può tornare a fare sport e correre anche lontano da casa, ma sempre da soli e tenendo dagli altri una distanza di due metri: ci si può muovere anche in auto o bus per andare a correre. Si possono fare passeggiate, anche con i bambini, a un metro di distanza da altri.

TUTTE LE NUOVE REGOLE DAL 4 MAGGIO SUGLI SPOSTAMENTI

Ripartono gli allenamenti individuali degli atleti. Ancora niente messe: si studia la possibilità di permetterle dall’11 maggio, magari all’aperto.

CODICI ATECO, CHI PUO’ RIAPRIRE DAL 4 MAGGIO

Si possono però celebrare i funerali, con un massimo di 15 persone e obbligo di mascherina, e si può andare nei cimiteri. Restano chiuse anche le scuole, ma riaprono i centri diurni per i disabili e si valuta di permettere da fine mese o a giugno l’apertura di asili nido e centri estivi. Fino al 18 maggio serrande abbassate anche per i negozi al dettaglio, parrucchieri e barbieri, ristoranti e bar.

COMMERCIO, PROFESSIONI E SERVIZI. CHE COSA CAMBIA DAL 4 MAGGIO

La novità è che dal 4 maggio è permessa non solo la consegna di cibo a domicilio ma anche il take away.

TUTTE LE NUOVE REGOLE DAL 4 MAGGIO SUGLI SPOSTAMENTI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati