Economia

Exor di Elkann sfilerà con le scarpe Louboutin

di

Louboutin

Exor della famiglia Agnelli investirà anche nelle scarpe di Christian Louboutin rilevando il 24% dell’azienda francese


Exor si rifà le scarpe. Louboutin.

La holding della famiglia Agnelli, rileverà il 24% di Christian Louboutin, azienda del lusso francese conosciuta nel mondo per le sue scarpe dalla suola rossa e i suoi accessori di pelletteria. L’investimento nell’alta moda costerà alla famiglia Agnelli ben 541 milioni. Andiamo per gradi.

L’INVESTIMENTO DI EXOR

Alleggeritasi sul fronte auto, dopo la fusione di Fca con Psa, in Stellantis, Exor, la holding della famiglia Agnelli, ha deciso di puntare anche sulla moda francese ed ha raggiunto un accordo con Christian Louboutin.

AD EXOR IL 24% DI LOUBOUTIN

Exor investirà 541 milioni di euro per diventare azionista al 24%, al fianco dei suoi fondatori (Christian Louboutin, Henri Seydoux e Bruno Chambelland) e nominerà 2 dei 7 componenti del consiglio di amministrazione della società. Il perfezionamento dell’operazione è previsto nel secondo trimestre del 2021.

CHRISTIAN LOUBOTIN

Fondata da Christian Louboutin nel 1991, la società di moda apre la sua prima boutique il 21 novembre dello stesso anno, nella via Jean-Jacques Rousseau di Parigi.

Negli anni, l’azienda si è affermata come uno dei più importanti nomi del lusso mondiale. Diventata famosa per le sue scarpe da donna dall’inconfondibile suola rossa, ritenuto anche dai tribunali del mondo un segno distintivo del brand, è attiva anche nel settore delle calzature da uomo, nella pelletteria, negli accessori e nella bellezza.

I NUMERI

Ampia la presenza commerciale nel mondo: l’azienda francese vanta circa 150 negozi di proprietà in 30 paesi. Numerosissimi, a livello mondiale, anche i rivenditori al dettaglio.

LE PAROLE DI JOHN ELKANN

“Ho ammirato nel corso degli anni il talento di Christian nel creare uno dei grandi marchi di lusso globali indipendenti del mondo. Oggi, siamo molto entusiasti di unirci a lui, per lavorare insieme per accelerare lo sviluppo di questa ambiziosa azienda”, ha commentato il presidente e amministratore delegato di Exor, John Elkann.

Exor, ha aggiunto Elkann, “condivide lo stesso spirito di famiglia, la stessa cultura e gli stessi valori, che sono la base di una forte partnership”.

IL COMMENTO DI LOUBOUTIN

Exor è un’azienda “con un costante orientamento a lungo termine e una forte cultura imprenditoriale alla quale, con il mio socio Bruno, siamo anche molto legati e nella quale ci riconosciamo pienamente”, ha detto Christian Louboutin, fondatore del brand.

“Era importante per me, e per i membri della nostra azienda, che per scrivere una nuova pagina della storia della nostra maison, il partner con cui ci saremmo associati dovesse rispettare i nostri valori, essere aperto e avere un dinamismo giovane e ambizioso”, ha aggiunto.

NON E’ LA PRIMA VOLTA PER EXOR

L’interesse di Exor nella moda non è certo nuovo. La società della famiglia Agnelli, infatti, alla fine del 2020, come ricorda il Sole24Ore, ha investito con Hermes International nel gruppo cinese del lusso Shang Xia: circa 80 milioni di euro, attraverso un aumento di capitale riservato, per acquisire la quota di maggioranza della società, accanto alla fondatrice Jiang Qiong Er.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati