Economia

Ecco il nuovo contratto dei bancari per Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Bpm, Ubi, Bper e non solo

di

banche

Che cosa prevede il rinnovo del contratto nazionale dei bancari dopo l’accordo tra Abi e sindacati

Accordo tra l’Abi e i sindacati per il rinnovo del contratto nazionale dei bancari, che interessa 282 mila lavoratori.

L’intesa sull’ipotesi di accordo, si legge in una nota della Fabi, prevede un aumento di 190 euro e una stretta sulle pressioni commerciali.

Per il segretario della Fabi, Lando Sileoni, è stato “ottenuto un importante riconoscimento economico” mentre “sulla vendita dei prodotti finanziari è la svolta: avremo un controllo diretto e obblighiamo i banchieri a condividere le politiche di vendita”.

TUTTE LE NOVITA’ SUL RINNOVO DEL CONTRATTO DEI BANCARI. L’INTERVENTO DI SILEONI (FABI)

Nella tarda mattinata di oggi riprendeva infatti il nuovo round tra i sindacati di categoria Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin e l’Associazione Bancaria Italiana sul rinnovo del contratto del credito scaduto nel 2018, in una seduta risultata poi decisiva per la chiusura a buon fine della trattativa.

Alla schiarita in un negoziato lungo e da subito in salita ha contribuito per buona parte l’accordo raggiunto sul fronte economico: 190 euro a regime, quasi quanto richiesto dai sindacati che avevano avanzato una proposta di 200 euro. L’Abi, invece, aveva inizialmente messo sul tavolo 135 euro.

I 190 euro a regime saranno possibili grazie all’allungamento del contratto fino al 2022, nel quale – inoltre – viene mantenuta la misura che congela il Tfr, con il pagamento però di quello non corrisposto in precedenza per la stessa misura. 

TUTTE LE NOVITA’ SUL RINNOVO DEL CONTRATTO DEI BANCARI. L’INTERVENTO DI SILEONI (FABI)

“Di enorme importanza – sottolinea il segretario generale della Uilca Massimo Masi – sono in particolare l’aumento economico di 190 euro, che va ben oltre il mero recupero inflattivo; l’ampliamento e il consolidamento dell’area contrattuale, ricomprendendo la gestione di Npl e Utp nell’attività bancaria; l’attenzione a tutti gli aspetti occupazionali; l’istituzione di una cabina di regia per gestire la digitalizzazione; il deciso rafforzamento dell’impianto di tutele, diritti e di quanto riguarda la conciliazione di vita e lavoro e benessere lavorativo di tutti i bancari, anche con attenzione all’inclusione sociale e alla disconnessione”.

“Questo rinnovo – evidenzia il Segretario Generale della Uilca – nel valorizzare la categoria dei bancari, pone grande attenzione alla clientela e al recupero di un corretto rapporto fiduciario in tutto il settore del credito, come dimostra avere recepito nel Contratto Nazionale l’importante accordo sulle Politiche Commerciali e l’Organizzazione del Lavoro di febbraio 2017”.

“Uno dei migliori contratti di lavoro firmati negli ultimi venti anni, un contratto per i bancari, la clientela e il Paese”. Emilio Contrasto,
Segretario Generale di UNISIN/CONFSAL – Unità Sindacale Falcri/Silcea/Sinfub, commenta così la sigla posta oggi sul nuovo Ccnl del settore del credito dopo mesi di trattative in cui si è più volte sfiorata la rottura fra sindacati e Abi.

TUTTE LE NOVITA’ SUL RINNOVO DEL CONTRATTO DEI BANCARI. L’INTERVENTO DI SILEONI (FABI)

Il vecchio contratto era scaduto il 31 dicembre 2018. “L’incremento di € 190,00 mensili, che sarà suddiviso in tre tranches delle quali la prima già da gennaio 2020, ci consente di affermare di aver centrato pressoché pienamente l’obiettivo economico”, spiega Contrasto aggiungendo poi che nel testo vi sono numerosi altri elementi di soddisfazione: “Abbiamo migliorato gli aspetti di natura sociale e importante è anche il rafforzamento delle tutele sul piano
disciplinare e su quello delle responsabilità civili e penali per i colleghi e il recepimento nel contratto delle previsioni contro le pressioni commerciali contenute nell’accordo di Settore”. “Di fondamentale importanza – prosegue il Segretario Generale di UNISIN/CONFSAL, è inoltre il rafforzamento dell’area contrattuale che ricomprenderà la gestione dei crediti deteriorati (NPL e UTP) a garanzia dei lavoratori e della clientela in generale. Rappresenta invece una grande novità la cabina di regia sulla digitalizzazione che ci consentirà di governare i cambiamenti organizzativi e del lavoro derivanti dalle nuove tecnologie che sempre più investiranno il Settore”.

TUTTE LE NOVITA’ SUL RINNOVO DEL CONTRATTO DEI BANCARI. L’INTERVENTO DI SILEONI (FABI)

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati