Economia

Ecco i conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Ubi, Banco Bpm, Bper, Creval. Le previsioni di Mediobanca

di

FABI

Che cosa prevede Mediobanca Securities sui conti delle prime trimestrali dell’anno di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Ubi, Banco Bpm, Bper, Creval e Popolare di Sondrio

 

Martedì 7 maggio parte la settimana dei conti degli istituti di credito con Intesa Sanpaolo, a seguire l’8 maggio con Banco Bpm e Credito Valtellinese. Gli analisti di Mediobanca Securities hanno fatto intanto due conti sulle trimestrali, che vedono in previsione un calo del 20% degli utili rispetto ad un anno fa. E qui la politica, sia vicina (effetto spread) che lontana (crescita dell’Eurozona schiacciata dalla guerra dei dazi) si fa evidente.

TUTTE LE PREVISIONI DI MEDIOBANCA SU INTESA SANPAOLO, UNICREDIT, BANCO BPM, UBI, BPER, CREVAL E POPOLARE DI SONDRIO

A livello aggregato, le nove banche italiane coperte da Piazzetta Cuccia dovrebbero pubblicare in settimana risultati netti per 2,594 miliardi di euro nel primo trimestre contro 3,211 miliardi del 2018. Il calendario prevede il via domani con Intesa Sanpaolo (7 maggio), martedì 8 è la giornata di Banco Bpm e Creval, mercoledì 9 pubblicheranno Unicredit, Ubi Banca, Bper, Mps, Credito Valtellinese e Banca Popolare di Sondrio.

CHE COSA DICE IL REPORT DI MEDIOBANCA

Mediobanca nota che è in arrivo il Tltro 3 e che quest’ultima modalità di aiuto sarà costruita da Francoforte in modo da limitare l’uso del carry trade per incentivare invece i prestiti a privati e imprese.

Gli specialisti di Mediobanca si attendono allora dalla trimestrale di Intesa Sanpaolo (rating neutral, target price a 2,25 euro, 7 maggio) 906 milioni di utile contro 898 milioni del consenso, a fronte di margini di intermediazione (net interest income) per 1,776 miliardi (1,750 miliardi il consenso) rispetto a 1,738 miliardi del 2018.

LE STIME SU BANCO BPM

Su Banco Bpm (rating neutral, target price a 2 euro, 8 maggio), le aspettative sono di 98 milioni di utile su 223 milioni del primo trimestre 2018 (e una perdita di 584 milioni di fine 2018 dopo il pesante piano di de-risking sui crediti deteriorati). I margini di intermediazione sono attesi per 545 milioni (erano 595 milioni un anno fa).

I TARGET PER IL CREVAL

Quanto al Credito Valtellinese (rating outperform, target price a 0,09 euro, 8 maggio) le aspettative sono di 8 milioni di utile (perdita di 30 milioni un anno fa) e net interest income di 90 milioni, in linea con gli 89 milioni del 2018.

I NUMERI DI UNICREDIT

Il rating su Unicredit è outperform con un prezzo obiettivo di 17 euro (9 maggio). Qui il consenso vede utili per 1,25 miliardi, Mediobanca pensa che saranno maggiori (1,389 miliardi) contro 1,111 miliardi di un anno fa. Il margine di intermediazione dovrebbe essere di 2,645 miliardi (2,677 miliardi il consenso, 2,636 miliardi nel 2018).

ECCO QUALI SARANNO I CONTI DI UBI

Anche le altre banche pubblicheranno la trimestrale giovedì 9 maggio. Su Ubi il rating è neutral con un target price di 2,7 euro. In questo caso l’utile è visto in calo del 58% anno su anno da 118 a 49 milioni.

LE STIME SU BPER

Su Bper (Neutral, 4,2 euro il target price) le aspettative sono di 42 milioni di utile da 251 di 12 mesi fa, su Mps (rating neutral, target price a 1,6 euro) il risultato netto di 31 milioni attesi si confronta con 188 milioni del marzo 2018, mentre nel caso del Credem (outperform, 7 euro) i 40 milioni di utile sono inferiori ai 55 del 2018.

LE PREVISIONI SU POPOLARE DI SONDRIO

Infine, la Popolare di Sondrio (neutral, 28 euro), con attese per 31 milioni do utile contro i 43 milioni di un anno fa.

(estratto di un articolo pubblicato su Mf/Milano Finanza; qui la versione integrale)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati