Economia

Ecco come la produzione industriale sta ruzzolando in Francia

di

emmanuel Macron Fintech

Tutti i pessimi dati recenti della congiuntura in Francia. Con la produzione industriale in calo del 2,3%

La produzione industriale francese ha registrato un netto calo a giugno, soprattutto per il peggioramento dei settori farmaceutico e metallurgico. Lo comunica l’Insee, precisando che l’output è sceso del 2,3% su mese, dopo un rialzo del 2% il mese precedente.

Foschi presagi erano giunti sempre in Francia dall’indice Pmi manifatturiero scenso a 49.7 a luglio da quota 51,9 registrata a giugno.

Ihs Markit segnala che il dato indica «un rinnovato deterioramento nelle condizioni di business dei produttori francesi di beni». Il risultato di luglio segna una deludente battuta d’arresto dopo il miglioramento del mese scorso. «Il settore manifatturiero francese continua a essere il punto debole dell’economia nazionale con la produzione e i nuovi ordini che sono di nuovo calati all’inizio del terzo trimestre», si legge nel report.

«Il cruscotto Pmi dell’area euro è un mare di rosso, con tutte le luci che avvertono il deterioramento della salute dei produttori della regione», ha dichiarato Chris Williamson, capo economista aziendale di IHS Markit: «Le crescenti preoccupazioni geopolitiche, comprese le guerre commerciali e la Brexit, e le preoccupazioni per il rallentamento della crescita economica a livello internazionale hanno attenuato la domanda attuale e la fiducia nelle prospettive».

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati