Economia

Calcio, gli stadi chiusi al pubblico chi hanno favorito?

di

The Economist indaga sugli effetti degli stadi di calcio chiusi…

I lockdown sono state particolarmente frustranti per gli appassionati di calcio, che non avevano partite in diretta da guardare mentre erano bloccati in casa. Ma i tifosi più soddisfatti del ritorno di questo sport possono essere gli statistici. Per loro, gli stadi vuoti sono la possibilità di affrontare un grande dilemma: perché – scrive The Economist – le squadre in trasferta tendono a perdere?

La maggior parte degli studi ha accusato gli arbitri di cercare di accontentare i tifosi. In un esperimento, agli arbitri sono state mostrate partite registrate e gli è stato chiesto come avrebbero potuto arbitrare. Sono stati più accomodanti con i padroni di casa quando hanno potuto sentire i tifosi, piuttosto che quando il suono era silenziato. Prima di quest’estate, poche partite competitive venivano giocate senza tifosi. Uno studio di questo maggio ha trovato solo 160 casi dal 2002. In questo piccolo campione, il margine della squadra di casa è scomparso. Gli arbitri hanno dato un numero simile di cartellini per i falli ad entrambe le parti, e i visitatori hanno vinto quasi quanto i padroni di casa.

Questo risultato potrebbe essere facilmente alterato da qualche maldestro placcaggio o da qualche gol di fortuna. Ma la pandemia ha reso possibile uno studio più ampio. Su nostra richiesta il 21° Club, una società di consulenza, ha analizzato 1.534 partite giocate quest’anno senza tifosi, considerando decine di campionati.

Anche se lo schema varia notevolmente a seconda del campionato, la quota totale di cartellini ricevuti dalle squadre in casa è passata dal 46% prima del lockdown al 50% dopo.
Tuttavia, la mancanza di aiuto da parte degli arbitri ha semplicemente ridotto il vantaggio delle squadre in casa, piuttosto che eliminarlo. I campionati di calcio danno alle squadre tre punti per una vittoria, uno per un pareggio e nessuno per una sconfitta. Con la presenza dei tifosi, le squadre di casa hanno guadagnato il 58% dei punti; senza di loro, i padroni di casa hanno comunque preso il 56%. In altre parole, tre quarti delle sovraperformance casalinghe rimangono intatte.

Allora perché le squadre hanno ottenuto migliori risultati a casa, anche senza supporter? Da maggio, i padroni di casa hanno fatto il 53% dei tiri in porta rispetto al 55% che hanno fatto negli stadi pieni, ma abbastanza per dare loro un vantaggio.

La causa di questo divario rimane misteriosa. Negli sport americani, gli ospiti devono sopportare lunghi viaggi tra una partita e l’altra. Ma i tempi di viaggio all’interno dei paesi europei raramente superano qualche ora. Un motivo più plausibile è che gli allenatori utilizzano ancora schieramenti e strategie conservatrici quando giocano in trasferta, anche se gli arbitri ostili non compromettono più gli sforzi dei loro migliori giocatori.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati