.Economia, .Economia / Start up, Economia

E-Wallet. Cos’è come funziona e come cambierà le nostre vite il portafogli elettronico

di

 

Il gruppo MedioBanca ha lanciato proprio in questi giorni WoW CheBanca!, l’applicazione gratuita che consente di  effettuare pagamenti via smartphone, dal 31 ottobre  anche agli utenti che non hanno un conto con questo gruppo utilizzando PayPal. Wow è un acronimo che sta per wallet of wallets, ossia un portafoglio che integra tutti e tre i vari tipi di pagamento: paypal, conto corrente e carta di credito.

Con WoW CheBanca!  si potranno  fare ricariche telefoniche,  pagare il canone Rai, le bollette Telecom, i bollettini premarcati inquadrando il codice con la fotocamera oppure  trasferire denaro in tempo reale ai propri amici attraverso il servizio ad hoc di PayPal.

Mediolanum, invece,  è già partita con un e-wallet tutto suo che funziona con la tecnologia Nfc su cui ha investito per due anni. Il primo, il 2013, è stato un anno di sperimentazione, ma “nel 2014- ha affermato con orgoglio l’amministratore delegato Massimo Doris – siamo stati la prima banca ad aver portato il servizio di pagamenti Nfc al mercato. Ciò è avvenuto insieme ai nostri partner di progetto CartaSì, Sia e Mastercard”.

“Il servizio – spiega Doris – è disponibile sin dallo scorso giugno con l’operatore telefonico Telecom e stiamo lavorando per abilitare i nostri clienti la cui compagnia è Vodafone. Siamo partiti con un prodotto prepagato e la nostra road map prevede di aggiungere una carta di debito entro fine anno, la quale ci consentirà di proporre il nostro servizio Nfc, denominato Mediolanum Wallet, alla totalità dei nostri clienti”.

 

L’olandese Ing Direct ha di recente stipulato un accordo con Visa Europe per lanciare anche nel nostro Paese il servizio di digital wallet «V.me by Visa». «Siamo soddisfatti di essere i primi in Italia ad aderire al nuovo servizio di portafoglio digitale messo a punto da Visa Europe e di contribuire così alla diffusione in Italia di un servizio utile e pratico per chi effettua operazioni in e-commerce», ha dichiarato Damiano Castelli di, Head of Retail di Ing Bank Italia.

Inizialmente ci sarà una fase di sperimentazione che riguarderà i dipendenti della banca, a cui sarà permesso l’uso del portafoglio digitale solo in alcuni selezionati negozi  online italiani. Solo nel primo trimestre del 2015 sarà disponibile per un gruppo più esteso di consumatori in un numero sempre crescente di operatori nell’ e-commerce. 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati