.Ambiente / Energia, Energia

Le Smart grid in Costa Azzurra

di

 

Il progetto di rete intelligente di Carros, comune francese in provincia di Nizza, è il banco di prova di possibili scenari futuri.

Carros è una cittadina di 11 mila abitanti alla periferia di Nizza, che si affaccia sul Mediterraneo. Ed è stata scelta proprio perché si trova ai margini della rete elettrica francese, gode di sole in abbondanza e ha un elevata domanda di energia elettrica.

Il progetto, portato avanti da un gruppo di società tra cui Alstom, Armines, Dikin, EDF, ERDF, RET, Saft, Sacomec, NetSeenergy, è stato inaugurato alla fine del 2011 e secondo Patrick Plas, Senior Vice President del settore Automazione e Reti di Alstom Energy, aiuterà a creare un modello per affrontare le quattro sfide principali dell’industria energetica oggi.

Innanzi tutto la domanda di energia è in crescita e questo verrà tradotto in investimenti sulle infrastrutture e sulla produzione elettrica. Al 2023 si prevede che la domanda di energia crescerà del 27% in America del Nord (22% solo USA), del 78% in America Latina, del 22% in Europa e andrà triplicandosi in Asia, Medio Oriente e Africa. Questa è la prima sfida. Secondo Plas grazie alle smart grid, questo incremento della domanda potrebbe essere attutito dalle smart grid per almeno un 20%, riducendo la necessità di creare nuovi impianti di produzione energetica e consentendo di risparmiare, sia in termini economici che in termini di CO2.

La seconda sfida che la rete deve affrontare oggi è il rischio di blackout. La sicurezza energetica è importante e sistemi di storage e le smart grid forniranno energia agli utenti e alle comunità anche in caso di emergenze, nazionali e internazionali. L’importanza di tali sistemi è ancora più evidente per gli ospedali e per le basi militari.

La terza sfida è posta dall’incremento delle energie rinnovabili nel mix energetico delle utilities. Energia eolica e solare sono in crescita, ma i produttori e i gestori di rete hanno la necessità di controllare i sovraccarichi o le cadute drastiche di tensione. Per far questo, il legame tra rinnovabili e smart grid sarà sempre più forte e lo storage sarà protagonista della rete del futuro.

 

Infine bisogna fare i conti con la volatilità dei prezzi dell’energia e rendere il sistema energetico più stabile affidabile. Grazie al maggior equilibrio tra domanda e offerta di energia che le smart grid permettono di raggiungere, questo sarà possibile.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati