Innovazione

Numeri e sbuffi fra Tim e Open Fiber sulla fibra

di

tim

I numeri svelati dal sito interattivo sulla rete (rete.gruppotim.it) e le critiche del presidente di Open Fiber, Franco Bassanini.

Oltre 7.000 dati e 107 mappe che fotografano per ogni regione e per ognuna delle province italiane lo sviluppo della rete broadband e ultrabroadband di Tim fissa e mobile e l’utilizzo che gli italiani fanno di Internet nelle diverse aree del Paese.

IL NUOVO SITO

Lo ha annunciato ieri Tim con una nota il lancio del primo sito web interattivo (rete.gruppotim.it) per raccontare come è fatta e cosa si fa con la rete di telecomunicazioni più estesa d’Italia, con oltre 16 milioni di chilometri di fibra attualmente posati sul territorio nazionale.

I NUMERI DI TIM

Sono già 19 milioni le famiglie italiane collegate alla banda ultralarga a fine 2017, corrispondenti al 78% della popolazione contro il 28% di 3 anni fa. E’ quanto emerge dal nuovo sito rete.gruppotim.it, in cui viene evidenziato che sono oltre 16 milioni i chilometri di fibra posati in Italia, con ha un’estensione pari a 41 volte la distanza tra la terra e la luna e a quasi 400 volte la circonferenza del Pianeta.

IL LIVELLO REGIONALE

A livello regionale la banda ultralarga supera l’80% in Sicilia, Puglia e Liguria e altre 4 regioni. A livello provinciale sono invece Milano, Bari, Napoli e Prato i territori che superano il 93% di copertura.

CAPITOLO MOBILE

Sul fronte del mobile, invece, la tecnologia Lte (4G e 4G plus) è pari al 98% del territorio, con 7.257 comuni raggiunti. Superano il 95% di comuni coperti le Marche, l’Emilia Romagna e il Trentino Alto Adige insieme ad altre 3 regioni, mentre a livello provinciale si impongono Torino, Bergamo e Cuneo, tutte con oltre 200 comuni coperti.

IL NUMERO DEGLI UTENTI

Nel corso dell’ultimo anno gli utenti Tim hanno generato su rete fissa un volume di oltre 7 miliardi di gigabyte di traffico dati, pari alla visione di 500 milioni di film in altissima definizione (4K). In un anno il consumo medio di banda per linea fissa e’ passato da 66,1 gigabyte/mese a 82,9 gigabyte/mese (+25%).

LA CLASSIFICA DELLE PROVINCE

Tra le province che generano più traffico primeggia Napoli,seguita da Crotone, Palermo, Prato, Siracusa, Brindisi, Reggio Calabria, Foggia, Catania e Taranto. Tra i capoluoghi svetta Napoli, prima città italiana per dimensione del nucleo familiare (2,8 componenti per famiglia) ed anche prima per consumo medio mensile di banda (110 gigabyte/mese).

IL TWEET CRITICO DI FRANCO BASSANINI, PRESIDENTE DI OPEN FIBER

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati