Energia

Tutte le gomitate fra Trump e Merkel su energia e difesa al summit Nato

di

Botta e risposta pesante tra Donald Trump e Angela Merkel al summit Nato su energia e difesa

“La Germania è prigioniera della Russia sull’energia e poi noi dovremmo proteggerla dalla Russia, ce lo spieghi”, hha detto il presidente Usa al segretario generale della Nato Jens Stoltenberg poco prima dell’inizio del vertice Nato. Lo stesso Stoltenberg ha commentato che ‘Trump ha usato un linguaggio diretto sulle spese della difesa, ma tutti gli alleati sono d’accordo” per un loro aumento al 2% entro il 2024. L’alleanza Usa-Europa però “non e’ scritta nella pietra’. Merkel, che vedrà Trump, gli risponde al presidente: “La Germania e’ indipendente nelle scelte”.

Ecco tutti i dettagli.

L’ATTACCO DI TRUMP ALLA GERMANIA

E’ fuori dai denti la critica serrata di Trump a Berlino: “La Germania è prigioniera della Russia sull’energia e poi noi dovremmo proteggerla dalla Russia, ce lo spieghi”. Cosi’ il presidente americano Donald Trump al bilaterale con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg al quartiere generale dell’Alleanza atlantica poco prima dell’inizio del vertice Nato, che poi avanza un paragone ancor più tonitruante per la Germania. “Ci sono paesi come la Polonia che invece non accetterebbero il gas russo perché sarebbero prigionieri della Russia”, ha proseguito Trump.

IL DOSSIER ENERGETICO CHE DIVIDE USA E GERMANIA

“Sull’energia è tutta un’altra storia” rispetto alla difesa dove Berlino, che continua a non pagare abbastanza secondo Trump, chiede di essere difesa da Mosca, al punto che “la Germania è totalmente controllata dalla Russia”, ha attaccato il capo della Casa Bianca. La Germania, ha insistito Trump parlando durante una colazione bilaterale con Stoltenberg dove ha messo nel suo mirino l’accordo per il gasdotto Nordstream 2 tra Berlino e Mosca, “é prigioniera della Russia perché spende così tanto in energia dalla Russia”.

LA REPLICA DI MERKEL

La Germania “prende decisioni e adotta politiche indipendenti”. In questo modo la cancelliera Angela Merkel ha risposto alle accuse di Trump sulla presunta influenza russa. “Ho sperimentato personalmente quando una parte della Germania era occupata dall’Unione Sovietica – ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel al suo arrivo alla Nato -. E’ positivo che adesso possiamo prendere le nostre decisioni autonomamente”. “Mi aspetto discussioni controverse al vertice, sono consapevole che noi siamo una parte importante dell’Alleanza e la Germania fa molto per difenderla”, ha aggiunto, precisando che Berlino è il “secondo Paese ad inviare truppe” nelle missioni Nato. “Entro il 2024 – ha concluso – aumenteremo la spesa per rispettare l’obiettivo del 2%”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati