Economia

Banca Carige, ecco i prossimi passi su npl, immobili e partecipazioni

di

Npl, aggregazioni, vendite di immobili, asset da valutare e valorizzare, quote in Banca d’Italia e in società autostradali. Ha parlato anche di questo ieri l’amministratore delegato di Banca Carige, Paolo Valentino.

Ecco i dettagli su nomi, ipotesi e prossimi passi del gruppo creditizio ligure secondo le parole del capo azienda

DOSSIER CREDITI

Banca Carige conta di chiudere entro giugno la cessione di un primo pacchetto di Utp, le inadempienze probabili. “Abbiamo alcune offerte con cui siamo pronti a chiudere entro giugno: tre o quattro, per cento milioni. Sulle altre operazioni, più grandi, ci prendiamo un po’ piu’ di tempo per gestire il processo”, ha detto ieri l’ad di Banca Carige Paolo Fiorentino a margine della conferenza stampa di presentazione della partnership con Ibm per l’Ict. In vendita c’era un pacchetto di Utp da 500 milioni, e l’intento, già annunciato, è quello ci concludere la cessione dell’intera partita entro l’autunno.

CAPITOLO AGGREGAZIONI PER CARIGE

“Non abbiamo più paura di essere vestiti male per presentarci al tavolo delle aggregazioni. A fine anno avremo vestiti decenti”, ha aggiunto detto l’ad di Banca Carige Paolo Fiorentino parlando a margine della presentazione della partnership con Ibm, a proposito di possibili aggregazioni con altre banche.

DISMISSIONE IMMOBILI

“Gli immobili? Vendiamo senza svendere: questo è il motto della casa. In particolare quello di Roma, un bellissimo immobile, lo venderemo se e quando ci sarà un prezzo congruo. La banca non è nelle condizioni di svendere i propri asset”, ha detto l’ad di Banca Carige Paolo Fiorentino facendo il punto sulla cessione degli asset non strategici della banca a margine della conferenza stampa di presentazione della partnership con Ibm.

I PALAZZI TRA ROMA E MILANO

Oltre al palazzo già ceduto a Milano, “abbiamo venduto altre cose. Stiamo finalizzando l’immobile che avevamo a Londra e altre cose, a Genova una decina di oggetti. Il processo va avanti”.

GLI ASSET NON STRATEGICI

Per quanto riguarda gli altri asset non strategici, Carige sta “cercando compratori” per la quota in Banca d’Italia che eccede il 3%. “E’ un investimento da fondo pensioni, ha un rendimento del 4-4,5%” ha detto Fiorentino.

CAPITOLO PARTECIPAZIONI

Infine la partecipazione del 20,6% in Autostrada dei Fiori, la società che gestisce le tratta Savona-Ventimiglia e Savona-Torino: “Venderemo nel momento in cui ci dovesse essere una valutazione che si parla con quella che abbiamo in testa – ha detto Fiorentino -. Stiamo discutendo con potenziali compratori. Gavio è l’interlocutore naturale ma interessa anche altri”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati