Blog

Vi spiego gli effetti della corrente del Golfo più fiacca sul clima. Parla Carniel (Cnr)

di

Ruggero Po, giornalista e saggista, curatore dell’audio-rubrica “Il Senno di Po” su Start Magazine, intervista Sandro Carniel, ricercatore al Cnr, oceanografo e autore del libro “ Oceani: Il futuro scritto nell’acqua” (Hoepli) vincitore del premio Costa Smeralda 2018, sulle conclusioni di due recentissimi studi pubblicati su Nature proprio sull’indebolimento della corrente del Golfo

Che cosa sta succedendo alla corrente del Golfo? Perché si sta indebolendo? E quali saranno gli effetti sul clima?

Sono alcuni degli interrogativi che Ruggero Po, giornalista e saggista, curatore dell’audio-rubrica “Il Senno di Po” su Start Magazine, ha posto a Sandro Carniel, ricercatore al Cnr, oceanografo e autore del libro “ Oceani: Il futuro scritto nell’acqua” (Hoepli) vincitore del premio Costa Smeralda 2018.

La conversazione di Po con Carniel inizia dalle conclusioni di due recentissimi studi pubblicati su Nature che, con approcci diversi, hanno raggiunto lo stesso risultato: il sistema di correnti oceaniche conosciuto come capovolgimento meridionale della circolazione atlantica (Amoc) si è indebolito del 15% negli ultimi 1.600 anni.

A questo ritmo in futuro (ma dire quanto in futuro è difficile) si potrebbe verificare uno stravolgimento del clima, con per esempio inverni molto più rigidi per le terre che si affacciano sull’oceano Atlantico.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati